Ambiente e Natura

La nuova vita delle Alpi

Collana: Temi

Autore: Enrico Camanni

ISBN

Euro 13,00

Formato: 11,5x19,5 cm

Pagine: 226

Editore: Bollati Boringhieri

 


 

La nuova vita delle Alpi

Enrico Camanni

Bollati Boringhieri

 

camanni
la copertina
Enrico Camanni é, sicuramente uno degli autori di testi di montagna maggiormente conosciuti: tra i primi redattori della Rivista della Montagna nata all'inizio degli anni '70 vi rimase fino al '85 per fondare ALP, ritornando alle origini occupandosi di cultura alpina con la direzione della rivista internazionale L'Alpe.

Questa sua ultima fatica La nuova vita delle Alpi si affianca, nella stessa collana di questo editore, al libro di Messner Salvate le Alpi ed é una seria analisi della situazione che la regione geografica delle Alpi sta drammaticamente vivendo, cosí come Messner aveva lanciato nel citato libro un accorato appello per la salvaguardia dell'ambiente alpino, cinto d'assedio da tanti problemi dell'era contemporanea.

Lo studio dell'autore mostra come le Alpi si trovino a un bivio: diventare una >>provincia>> della pianura, o nella migliore delle ipotesi un parco- museo ad uso dei cittadini, oppure inventare e sperimentare un modello di sviluppo che sappia conciliare la difesa dell'ambiente con lo sviluppo dell'economia, la specificitá alpina con il turismo, la tradizione con la modernitá.

Esistono prove di umanizzazione delle alpi a partire da almeno 10.000 anni fa, quando, con il ritiro dei ghiacciai, l'uomo cominció a frequentare le alte quote: prima come cacciatore occasionale, poi come pastore e contadino stanziale.

Il montanaro in queste migliaia di anni ha sviluppato quella raffinata civiltá alpina che, in varie forme, é sopravvissuta fino alla prima metá del '900 e anche oltre nelle valli piú isolate.

Ma quando la città ha scoperto la montagna, la civiltá alpina é stata insidiata dalla salita della civiltá urbana; quello che non era riuscito in 10.000 anni alle glaciazioni, alle epidemie, alle invasioni armate, alle frane e alle valanghe, é riuscito in pochi decenni a un modello cosí forte e persuasivo da stravolgere il territorio e trascinare sull'orlo della scomparsa la cultura e l'identitá delle popolazioni alpine.

L'autore, con questo libro, propone una nuova trasformazione, questa volta, peró non regressiva.

Filippo Zolezzi