Grande Guerra e Alpini

Un Alpino alla foce dell'Arno

Prefazione di Paolo Brosio

Collana:

Autore: Franco Falconetti

ISBN 788860-190253

Euro 10,00

Formato: 13 x 21 cm cm

Pagine: 120

Editore: Felici

 


 

Un Alpino alla foce dell'Arno

Prefazione di Paolo Brosio

Franco Falconetti

Felici

 

la copertina
Franco Falconetti è un alpino "fuori zona", infatti viene da Pisa, città di mare e lontana dalle tradizioni alpine, se non quella delle Apuane, ma distante da quella storia alpina che viene da Piemonte, Lombardia, Trentino e Tre Venezie.

Un Alpino alla foce dell'Arno è un romanzo autobiografico, è il racconto di un giovane che a 20 anni con la cartolina precetto in mano si ritrova a fare l'alpino in montagna, in un ambiente a lui totalmente sconosciuto e apparentemente ostile.

Come ne La cinque di Filippo Rissotto, anche qui l'autore prova all'inizio un forte senso di ribellione per la sua nuova condizione, ma poi lo spirito di corpo e quella penna nera, inizialmente estranea, diviene la sua orgogliosa bandiera e diviene fiero di essere un alpino.

E' un'opera che si legge molto velocemente, non è impegnativa, ma è piacevole, anche qui assistiamo alla durezza delle esercitazioni e alla necessità di imparare a vincere le proprie difficoltà, cosa che molti giovani oggi non sembrano più in grado di fare e purtroppo ne abbiamo tragici esempi...

Oltre alla vicenda alpina, ci ha colpito una breve storia dell'informatica a livello personal computer, che Falconetti fa in modo dettagliato e anche preciso, un breve excursus molto interessante che ha le caratteristiche di vero e proprio documento epocale.

Filippo Zolezzi