Escursioni e Passeggiate

Passi nel bosco

Trenta escursioni nelle foreste di Lombardia

Collana: Foreste da vivere

Autore: AA.VV.

ISBN

Euro 9,50

Formato: 13 x 21 cm

Pagine: 152

Editore: ERSAF, Ente Reg. Servizi Agri. e Foreste

 


 

Passi nel bosco

Trenta escursioni nelle foreste di Lombardia

AA.VV.

ERSAF, Ente Reg. Servizi Agri. e Foreste

 

la copertina
Primo volume di una nuova collana ERSAF "Passi nel Bosco" si propone di descrivere suggestivi percorsi nella natura delle Foreste di Lombardia per scoprirne le bellezze, la cultura, le tradizioni e le attività su sentieri agevoli e ben mantenuti, in piena sicurezza.
In oltre 150 pagine a colori arricchite da numerose immagini e illustrazioni, offre la descrizione di trenta itinerari, oltre a una facile cartografia, schede tecniche e numerosi approfondimenti.

La Regione Lombardia è proprietaria di quasi 23.000 ettari (230 Km2) di boschi e pascoli, distribuiti in tutte le vallate alpine e prealpine, e in piccola parte anche in pianura.
Quindi, su un territorio regionale di oltre 23.000 Km2, circa l'uno per cento appartiene alla Regione.
Sono le Foreste di Lombardia, porzioni di territorio montano magari un po' defilate, ma proprio per questo ancora integre e di grande valore naturalistico e storico.

La Regione ha affidato all'ERSAF, Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e Foreste, il compito di custodire e gestire questo importante patrimonio al fine di valorizzarlo secondo i criteri della multifunzionalità e della gestione sostenibile.

La Lombardia è una regione fatta "a fasce": ad una vasta e tranquilla pianura, la bassa, succede una zona densamente abitata in corrispondenza della metropoli milanese e dell'area pedemontana, dove è concentrata la quasi totalità dei nove milioni di lombardi; infine, torna la calma nell'ampia zona montana, attraversata da qualche corridoio vallivo.

E' soprattutto in questa zona montuosa che si riversano i lombardi, specialmente nei fine-settimana, alla ricerca di un momento di tranquillità, fuori dal congestionato territorio dove abitano. E appunto qui stanno le Foreste Regionali, che rappresentano "le montagne di casa", dove poter passeggiare, respirare, fermarsi un momento.
Simpatico incontro all'Alpe Culino

La miglior forma di fruizione è quella di andarci a piedi; percorrendo i sentieri si possono raggiungere cime famose come quelle della Val Masino (Pizzo Badile, Monte Disgrazia), il Resegone, la più caratteristica delle Prealpi lombarde, o il Monte Generoso, da cui si domina l'intera Pianura Padana.
Ma si possono anche scovare "perle" nascoste e poco conosciute come la Valsolda, vera area wilderness al confine con la Svizzera, o la Val Grigna, polmone verde della Valle Camonica, o gli angoli selvaggi della Valvestino, nella Gardesana Occidentale.
Ce n'è per tutti i gusti: i sentieri principali sono ben tenuti e dotati di segnaletica, cosa che facilita l'orientamento e la fruizione.
E' lungo questi sentieri che suggeriamo di incamminarsi: per conoscere, rilassarsi, muoversi in zone nuove, ma in tutta sicurezza.

Meta golosa e particolarmente apprezzata sono gli agriturismi, numerosi lungo gli itinerari pro-posti:Terz'Alpe nella Foresta Regionale Corni di Canzo, Alpe Comana in Val d'Intelvi, Alpe Culino in Val Gerola, Alpe Boròn in Alta Valtellina. Così gli escursionisti, che si sono ricaricati lo spirito con una salutare passeggiata, possono ricaricarsi anche nel corpo.

Filippo Zolezzi