Arrampicata

Dolomiti, Arrampicare a Cortina d Ampezzo
e dintorni

Collana: Voglia di arrampicare

Autore: Mauro Bernardi

ISBN 88-87272-95-6

Euro 24,00

Formato: 16 x 23 cm

Pagine: 296

Editore: Athesia Spectrum

 


 

Dolomiti, Arrampicare a Cortina d Ampezzo
e dintorni

Mauro Bernardi

Athesia Spectrum

 

la copertina, Cinque Torri
Estate 2003-estate 2004, due stagioni di arrampicate senza sosta per compilare questa guida che abbraccia una fascia di Alpi tra le più note e amate, quella delle Dolomiti Ampezzane.

Sono presi in esame e descritti 15 gruppi molto belli e interessanti: Marmarole, Cadini di Misurina, Cristallo, Tre Cime di Lavaredo, Paterno, Pomagagnon, Fanes, Tofane, Cinque Torri, Fanis, Conturines, Settsas, Nuvulau, Lastoi di Formin, Croda da Lago.

Gli itinerari presentati sono 145, suddivisi per difficoltà e livello: 13 salite fino a IV-, 53 tra IV e IV+, 52 tra V- eV+, 26 tra VI- e VI+, tra queste ci sono grandi classiche come la Preuss alla Cima Piccolissima di Lavaredo, la via Comici-Dimai alla Cima Grande di Lavaredo, la via Castiglioni alla Punta dei Sabbioni, la Fessura Dulfer alla Torre del Diavolo.

Ogni via è descritta accuratamente con schizzo su fotografia, caratteristica, approccio, discesa e sluppo altimetrico e caratteristico dei tiri di corda, vi sono inoltre schede storiche sui più famosie significativi salitori.
Torre dei Sabbioni

Mauro Bernardi inizia la sua carriera come sciatore, entrando giovanissimo nella Nazionale di sci, conquista vari podi in Coppa del Mondo, partecipa ai Mondiali di Garmisch-Parten-kirchen nel 1978 ed alle Olimpiadi di Lake Placid nel 1980. Dopo l'abbandono dell'agonismo diventa maestro di sci, professione che esercita attualmente presso la scuola Ski-Factory di Selva e si dedica, da libero professionista, all'attività di guida alpina, che svolge con grande competenza ed infinita passione da ben 22 anni.

Nel corso della sua carriera alpinistica effettua numerose ripetizioni di prestigio, scala in Himalaya e nella Cordillera Bianca ed apre, sulle pareti dolomitiche, diverse vie nuove.
È l'ideatore ed esecutore della nuova via ferrata al Rif. Stevìa nel gruppo del Puez in Val Gardena, meritando il plauso di coloro che l'hanno percorsa.
Perfetto conoscitore delle rocce gardenesi pubblica, nel 2002, la guida »Arrampicare in Val Gardena«, che ha avuto un'ottima accoglienza tra gli appassionati.

Attirato dalla bellezza e dalla varietà delle montagne di Cortina, a lui ben note grazie alle frequenti trasferte come guida, realizza la sua seconda pubblicazione, in cui le vie presentate, in linea con il suo stile, sono state percorse una per una. Questa guida propone, oltre agli itinerari più famosi della Perla delle Dolomiti, anche quelli meno noti o del tutto sconosciuti, ma particolarmente interessanti, che vale la pena di scoprire.

Filippo Zolezzi