Rifugi

Appennini vol. 2 Gran Sasso e Monti Reatini

Ricoveri, Rifugi e Bivacchi

Collana: Manuali ell'escursionista

Autore: Emanuele Lucchetti

ISBN 88-89429-35-6

Euro 8,90

Formato: 17 x 21 cm

Pagine: 64

Editore: Technopress

 


 

Appennini vol. 2 Gran Sasso e Monti Reatini

Ricoveri, Rifugi e Bivacchi

Emanuele Lucchetti

Technopress

 

la copertina


Lo scorso anno abbiamo accolto con interesse la Technopress, un'allora nuova piccola e brillante casa editrice di Roma, che ci ha offerto due interessanti guide su Gran Sasso e Terminillo .
Questi due volumi hanno avuto un ottimo successo e, sulla spinta dell'entusiasmo, Emanuele Lucchetti, autore ed editore Technopress, ha voluto continuare la sua opera ed è uscito con una nutrita serie di nuove opere, sempre dedicate a questa bellissima porzione di appennino Centrale.

Presentiamo il Volume 2 di Appennini, (il primo ve lo proporremo presto) perchè è dedicato ai rifugi, bivacchi e ricoveri della zona del Gran Sasso e dei Monti Reatini, pensiamo che veramente mancasse una tale opera e con questo ibro Lucchetti fornisce un ottimo e utile strumento ad escursionisti e alpinisti che si vogliono cimentare su monti che non hanno nulla da invidiare alle Alpi, le Dolomiti in particolare.

Le strutture descritte vanno dai rifugi più famosi e accoglienti, ai bivacchi, fino ai semplici stazzi utilizzabili come ricovero di emergenza, ognuno di essi viene descritto con un'esauriente scheda che en illustra caratteristiche, posizione, particolarità e foto.
Sono 30 strutture sl massiccio del Gran Sasso e 21 sui Monti Reatini, il Terminillo in particolare; inoltre vengono illustrarti i tre importanti centri di ricerca degli Appennini: il Carlo Jucci sul Terminillo, i Laboratori Nazionali del Gran Sasso e l'Osservatorio Astronomico sullo stesso monte.

Pensiamo che sia un'opera essenziale per chi programma gite in questa bellissima regione, magari utilizzando anche le guide descrittive dei sentieri e le imminenti cartine che la Technopress sta per mettere in commercio, che siamo certi manterranno lo stesso elevato standard qualitativo fin qui dimostrato con le proprie pubblicazioni.

Filippo Zolezzi