Storia Cultura Etnografia

UN ANNO IN VALLE D’AOSTA

La Vallée d’Aoste au fil des jours

Collana:

Autore: BREL / Bureau Régional pour l’Ethnologie et la Linguistique

ISBN 88-8068-309-8

Euro 39,00

Formato: 23 x 15 cm

Pagine: 850

Editore: Priuli & Verlucca Editori

 


 

UN ANNO IN VALLE D’AOSTA

libro del cuore

La Vallée d’Aoste au fil des jours

BREL / Bureau Régional pour l’Ethnologie et la Linguistique

Priuli & Verlucca Editori

 

la copertina

I Cube Books, libri compatti e corposi, sono parecchio di moda, spesso hanno la scansione da annuari: un anno di imagini e pensieri, in questo modo formano un almanacco da sfogliare, giorno dopo giorno.

Un anno in Valle d'Aosta fa parte, a pieno titolo, di questo filone e non potrà essere perso da tutti coloro che amano la Vallèe, o la cultura alpina.

Questo libro ha la particolarità di essere trilingue: i pensieri giornalieri che accompagnano le stupende immagini, sono scritti in italiano e francese, lingue ufficiali della regione, ma anche in patois, la lingua originale di questa popolazione, un dialetto ancora molto vivo e praticato, molto più del francese, che si rivela invece più una scelta politica che pratica.

Le mucche, vero simbolo della Valle d'Aosta

Il BREL, Ufficio regionale per l’Etnologia e la Linguistica dell’Assessorato all’Istruzione e alla Cultura della Regione Autonoma Valle d’Aosta, dal 1985 raccoglie dal passato recente fotografie, filmati e documenti sonori.
Questa mole di materiale viene catalogata, organizzata, archiviata e messa a disposizione in una grande Casa della Memoria, per non perdere il senso profondo della particolarità della nostra comunità. Una fototeca, una fonoteca e una videoteca di grande valore storico e culturale e di notevole interesse etnografico e linguistico sono costantemente aggiornate e alimentate, anche da privati che hanno scelto di affidare i loro ricordi a questa struttura, per non lasciare che vadano per sempre dimenticati o irrimediabilmente perduti.


Questo volume presenta uno spaccato del ricco patrimonio iconografico, linguistico e demoetnoantropologico oggetto di studio e di rivitalizzazione continua da parte del BREL.

Il libro non tralascia alcun aspetto della vita montanara in questa regione: molto materiale è dedicato ai cibi e al lavoro collegato al procurarseli, poi le attività quotidiane, i mestieri domestici, il divertimento, l'ambiente naturale selvaggio e quello antropizzato.

Come sempre alla Priuli & Verlucca sembrano aver avuto un ottimo fiuto, stampando un vero e proprio documentario cartaceo e siamo sicuri che questo libro avrà il successo che ben si merita!

Filippo Zolezzi