Multimedia

Cinema delle montagne

4000 film a soggetto

Collana: Cinema

Autore: Museo Nazionale della Montagna - CAI

ISBN 88-7750-969-4

Euro 55,00

Formato: 17 x 24 cm

Pagine: 752

Editore: UTET

 


 

Cinema delle montagne

imperdibile
di febbraio 2007

4000 film a soggetto

Museo Nazionale della Montagna - CAI

UTET

 

la copertina

Imponente, insostituibile, unico, quanti aggettivi potremmo dedicare a quest'opera veramente monumentale e basilare per chi è appassionato di montagna in ogni sua sfumatura, non solo camminate e salite, ma anche cinematografia, finzione scenica, con protagoniste le montagne stesse?

Il Cinema delle montagne, in questa ricostruzione fatta attraverso quasi 4000 titoli di film di finzione, realizzati da oltre 2600 registi e molte migliaia di attori, va oltre la storia riconosciuta del “cinema di montagna”, ne amplia la visuale, andando ad analizzare le varie filmografie nazionali, portando alla luce le caratteristiche peculiari dei diversi paesi presi in considerazione e la diversa ottica riservata alla rappresentazione della montagna e dell’alpinismo.

Oltre ai film di genere, quest’opera raccoglie molti altri titoli in cui i luoghi elevati non sono strettamente collegati al filo della narrazione anche se compaiono in sequenze brevi ma importanti.

L’approfondita ricerca, effettuata su riviste spesso di rara consultazione e sui preziosi documenti promozionali originali, ha portato alla luce una ricca quantità di materiale pressoché inedito e ha permesso di giungere alla definizione del cinema delle montagne.

Luis Trenker nel manifesto di Kampf ums Matterhorn

Il Club Alpino Italiano ha creduto molto nella propria valenza culturale e storica, in questi ultimi anni il Museo Nazionale della Montagna è stato ristrutturato ed è divenuto un vero punto di riferimento insostituibile per gli appassionati di montagna, grazie alla competenza e passione del Direttore Dottor Aldo Audisio e alla lungimirante intuizione di Presidenti Generali come il Professor Annibale Salsa; una delle sezioni più benemerite e interessanti è proprio questa dedicata al cinema di montagna, nel quale sono sono state ricuperate pellicole rarissime e spesso restaurate dalle condizioni disatrose di abbandono nelle quali le pellicole più antiche giacevano, attualmente il Museo Montagna dispone di una delle maggiori raccolte dei film di questo argomento e anche di manifesti degli stessi

Ogni titolo viene presentato con una scheda inserita in ordine cronologico, che illustra titolo italiano, titoli originali, regia, sceneggiatura, fotografia, montaggio, interpreti, produzione, nazionalità, durata, località di montagna utilizzate euna trama riassuntiva delle vicende, vi sono inoltre molte riproduzioni di manifesti promozionali dei film, il libro è anche corredato da un CD che contiene tutto il materiale presentato nella parte cartacea.

Filippo Zolezzi