Multimedia

Il Criptoportico Forense di Aosta

Collana: Cadran Solaire

Autore: AA.VV.

ISBN

Euro

Formato: DVD cm

Pagine: 0

Editore: INVA

 


 

Il Criptoportico Forense di Aosta

introvabile

AA.VV.

INVA

 

la copertina

Interesse e curiosità ci hanno spinto a cercare queste edizioni del Cadran Solaire, per opera dell'INVA, dedicate ad aspetti di grande imporatnza culturale e storica della Valle d'Aosta.

Il titolo che vi presentiamo è Il Criptoportico Forense di Aosta, dedicato a una delle vestigia romane meglio conservate di Aosta, città romana di grande tradizione, nella quale si possono ancora ammirare reperti molto ben conservati del periodo imperiale latino.

Il Criptoportico, nella piazza della Cattedrale, è un'opera molto interessante e di grandi dimensioni,ben conservato e bello da vistare, in quest'opera multimediale, formata da un bel libretto e un DVD molto spettacolare, esso viene ben descritto e spiegato.

In modo semplice ed esauriente vengono raccontate le origini e le caratteristiche romane della città, ma il vero pezzo forte lo abbiamo trovato nelle superbe animazioni 3D che mostrano la nascita e lo sviluppo del Forum di Aosta, quest'opera architettonica della quale sono rimasti abbondanti e ben conservate sezioni e che nella ricostruzione virtuale si mostra in tutta la sua splendida imponenza.

Per ora si tratta di una collana di prodotti multimediali destinati essenzialmente al pubblico di docenti e allievi, ma la collana Cadran solaire propone uno sguardo sulle bellezze architettoniche della Valle d'Aosta che affascina, grazie ad originali ricostruzioni al computer.
Essa è frutto della collaborazione tra INVA, Sopraintendenza per i Beni e le Attività Culturali dell'Assessorato Istruzione e Cultura della Regione Autonoma Valle d'Aosta e ad essi va tutto il nostro plauso e questa volta possiamo ben dire che i soldi pubblici sono stati spesi veramente bene!

Le opere della collana Cadran solaire non sono normalmente in vendita, ma dedicate alle scuole, ma se interessati potete prendere contato direttamente con l'INVA inva@invallee.it e sperare di essere esauditi...

Filippo Zolezzi