Gastronomia

Le Guide di ALP, osterie locande & prodotti tipici

Valli del Pinerolese, Valle di Susa, Valli di Lanzo e del Canav

Collana: e Guide di ALP: Osterie, Locande & prodotti tipici

Autore: Marco Blatto, Furio Chiaretta

ISBN

Euro 9,81

Formato: 12,5x20 cm

Pagine: 148

Editore: Vivalda Editori

 


 

Le Guide di ALP, osterie locande & prodotti tipici

Valli del Pinerolese, Valle di Susa, Valli di Lanzo e del Canav

Marco Blatto, Furio Chiaretta

Vivalda Editori

 

la copertina
La montagna non è solo arrampicare o camminare, o guardare panorami stupendi, Ë anche storia, è cultura popolare, è anche tradizione di cibi tipici e saporiti.

La Vivalda Editori nella sua bella serie delle Guide di ALP ha creato diverse sezioni: Rifugi, Arrampicata, Escursionismo. Alpinismo e in ultimo, per cronologia ma non certo per interesse, Ë iniziata la serie osterie, locande & prodotti tipici.

Questo volume dedicato alle Valli della Provincia di Torino Ë il quarto della serie: dopo le Valli di Cuneo e dell'Alta Langa (mmmmm....), il Longaronese e la Val di Zoldo e Cadore, la Valtellina (slurp...), comprende le Valli del Pinerolese, la Val di Susa, del Canavese, una zona che offre molto in materia di escursioni, alpinismo e sci, ma anche tante squisitezze e leccornie di tradizione montanara.

Questa guida propone oltre 100 indirizzi suddivisi tra ristori, locande, aziende agrituristiche, negozi e fattorie che propongono i propri prodotti casalinghi genuini.

Ogni nome segnalato puô costituire una piacevolissima sorpresa: cosa ci può essere di meglio al ritorno da una gita faticosa di una sosta in qualche ristoro rustico, dove gustare piatti dai sapori intensi e genuini, accompagnati da qualche squisito vino della zona?

Caratteristica insegna


Non ci sono solo ristori, ma anche amene locande dove riposare, magari dopo una gustosa e abbondante cena che suggerisce di fermarsi e non di risalire in auto..., oppure i negozi artigiani che producono e vendono prodotti genuini, introvabili nei grandi centri commerciali intorno alle citt‡, come pane fragrante, dolci profumati, marmellate senza conservanti, ecc.ecc., con sapori purtroppo dimenticati nei fast food, nei cibi precotti, nei surgelati, nei forni a microonde.

Di ogni vallata vengono descritti alcuni dei piatti piš caratteristici o dei vini più significativi o di prodotti tipici della zona: ecco allora il barbett e la supa barbetta e il seirass nel fieno della Val Pellice; il Ramie di Pomaretto e i vini del Pinerolese; i tourtèl, gofri e calhétta nelle Valli Chisone e Germanasca; Murianeng e Reblochon e Val di Susa DOC in Val di Susa; la Toma di Lanzo e il salame di TØrgia tra Lanzo e Ceres; la papina e lou souet in Val di Viù; l'olio di noci in Val d'Ala; le patate in Val Grande; rusche, croses e pan perdu in Valle dell'Orco; le miasse in Valchiusella.

Spuntino tipico...



I due autori Marco Blatto e Furio Chiaretta si sono suddivisi il gratissimo compito di visitare le varie valli, redigendo questa guida che, oltre che a dare significativi riferimenti per chi vuol conoscere posti e cibi genuini, hanno dato un ottimo contributo alla cultura alpina nella sua forma più semplice e immediata: i cibi e le bevande.



Filippo Zolezzi