Speleologia e Canyoning

Canyoning in Lombardia

56 canyons

Collana:

Autore: Pascal Van Duin

ISBN

Euro

Formato: 15x21 cm

Pagine: 224

Editore: TopCanyon Edizioni

 

  Home Editoria


 
 

Canyoning in Lombardia

56 canyons

Pascal Van Duin

TopCanyon Edizioni

 

la copertina
Tra le "nuove specialitá" dell'outdoor sta emergendo prepotentemente il canyoning (o torrentismo) che consiste nella discesa a piedi di corsi d'acqua che scorrono all'interno di strette gole profondamente scavate nella roccia e caratterizzati da portata ridotta e forte pendenza, un incrocio tra l'arrampicata in discesa, la speleologia e il canoismo, per ambienti e tecniche.

Proprio per queste caratteristiche le rive dei torrenti adatti alla pratica del canyoning risultano inaccessibili, una volta intrapresa la discesa non Ï assolutamente possibile ritornare indietro, ma solo proseguire fino all'uscita, per questo occorre molta abilitá e prudenza e meglio ancora con l' assistenza professionale di Guide Alpine - Maestri di Alpinismo.

L'autore di questo bel libro, Pascal Van Duin, é da 20 anni Guida Alpina e dal 1993 si é specializzato in canyoning, inoltre risulta essere uno dei maggiori conoscitori delle forre della provincia di Sondrio, una dei paradisi italiani per gli amanti di questa specialitá.

Ha al suo attivo 35 prime discese e una conoscenza stupenda della Val Bodengo, pratica la montagna a 360°, con le grandi salite alpine e le randonée di scialpinismo e ha percorso oltre 150 canyon tra europa e Isole Reunion.

Boggia

Questa innovativa guida del canyoning in Lombardia ha i testi trilingui: italiano, tedesco e francese e questo indica l'interesse internazionale che le forre di questa regione offrono agli appassionati di tutta Europa.

Pascal ha messo ottime descrizioni per ogni canyon: vi é una presentazione generale con descrizione, particolaritá accessi a valle e a monte e vie di fuga, poi una scheda riassuntiva con cartina schematica della zona e del percorso; sicuramente molto interessante appare essere la tavola sinottica finale, nella quale tutte le discese vengono segnate e messe a confronto tra di loro per difficoltá, bellezza, interesse, tempi di discesa e di avvicinamento, dislivello, numero di calate.


Boggia, Valle Bodengo.


Troviamo 3 canyons in provincia di Varese, 7 in provincia di Como, ancora 7 in quella di Lecco, ma é la provincia di Sondrio che fa la parte del leone con ben 24 canyons descritti con le valli Bodengo, di Mello e Masino in primo piano, poi 5 canyons descritti in provincia di Bergamo e 10 in quella di Brescia.

Oggi é facile vedere alla televisione appassionati che fanno questa specialitá che sembra dare molta soddisfazione ai suoi praticanti, ma é altrettanto vero che si tratta di qualcosa di impegnativo, che richiede sempre molta attenzione e prudenza, si pensi al rischio di piene improvvise delle forre dovute a temporali o a all'apertura non prevista di impianti idraulici che spesso sovrastano questi torrenti... certo l'ambiente appare affascinante come quello di certe fiabe, ma mai banale... comprate il libro, fate i vostri progetti, ma se non avete esperienza, fate un bel corso con Pascal Van Duin o fatevi accompagnare, allora la gioia sará tanta e i rischi quasi nulli!

Filippo Zolezzi