Ambiente e Natura

Atlante universale delle nuvole

Come si chiamano e come si classificano le nuvole

Collana:

Autore: Damiano Zanocco

ISBN 88-88997-21-0

Euro 12,00

Formato: 15 x 20 cm

Pagine: 96

Editore: Antiga

 


 

Atlante universale delle nuvole

Come si chiamano e come si classificano le nuvole

Damiano Zanocco

Antiga

 

la copertina
Alzi la mano chi non ha mai rivolto gli occhi al cielo solcato dalle nuvole e non abbia cercato di vedere in esse qualche forma famigliare: un animale, un oggetto, un volto; esse hanno sempre acceso la fantasia degli uomini e suscitato il loro interesse.

L'osservazione delle nuvole non è solo un esercizio positivo della fantasia e della capcità di immaginazione, ma è soprattutto uno dei modi che permette di prevedere il tempo che farà, almeno a breve termine.

L'Atlante universale delle nuvole è un manuale fondamentale per chi vuole imparare a conoscere e distinguere in modo semplice, ma allo stesso tempo
corretto, tutte le nuvole classificate.

Un testo importante per chi vuole approfondire le sue conoscenze sul meraviglioso mondo nuvoloso, corredato da splendide fotografie originali.

In 96 pagine, 190 foto a colori e 14 schemi e disegni a colori, sono descritte, in modo rigorosamente scientifico, tutte le nubi secondo il moderno schema
di classificazione internazionale proposto nell 'International Cloud Atlas edito dalla "World Meteorological Organisation.

Nella presente opera, ognuno dei 10 generi di nuvola viene descritto tramite una fotografia in doppia pagina a cui è affiancata la definizione e descrizione
del genere, la quota in cui si trova la nuvola, il suo spessore, la sua costituzione fisica, come si distingue dalle altre nuvole, come si forma e le indicazioni meteorologiche che può fornire.
A ogni genere fa seguito la descrizione (con relative foto) delle specie,
varietà, particolarità supplementari, ecc.
Per le varietà, in particolare, potendosi combinare tra di loro, sono riportate più foto esemplificative.
Un 'opera preziosa per tutte le persone che svolgono attività all'aria aperta e hanno bisogno di capire come evolverà il tempo osservando le nubi e il loro divenire.

Filippo Zolezzi