Escursioni e Passeggiate

In Sardegna tra mare e miniere

22 giorni a piedi nel più spettacolare parco geominerario d’Italia

Collana: Percorsi

Autore: Mariacarla Castagna

ISBN 88-6189-000-8

Euro 20,0

Formato: 14 x 21 cm

Pagine: 336

Editore: Terre di Mezzo

 


 

In Sardegna tra mare e miniere

libro del cuore

22 giorni a piedi nel più spettacolare parco geominerario d’Italia

Mariacarla Castagna

Terre di Mezzo

 

la copertina

In Sardegna tra mare e miniere è un libro di escursionismo differente e originale dalla maggior parte delle guide del settore, sia per il soggetto delle gite, sia per il taglio culturale-sociale che propone, e anche per l'editore Terre di Mezzo, impegnato nel sociale e non semplicemente nella vendita di pubblicazioni.

Una guida escursionistica sulla Sardegna è già una bella novità, se poi il soggetto di interesse è quello delle miniere dismesse del Sulcis e dell'Iglesiente, ecco che il piatto si fa ricco e interessante.

Questa zona, oramai dismessa, è stato il primo Parco Geominerario del mondo ad essere riconosciuto, nel 1998 ed è sorto nel progetto UNESCO del 1997 nella rete mondiale di geositi e geoparchi, per tutelare il patrimonio ambientale, tecnico e culturale delle zone minerarie.


Un affascinante viaggio per mare e miniere è la proposta di questa guida. Quasi un mese a piedi, o in bicicletta, nel Sulcis-Iglesiente, alla scoperta del primo Parco Geominerario riconosciuto dall'Unesco.

E' straordinario girare la Sardegna, visitando le miniere recuperate e restaurate, i siti archeologici e i tanti villaggi fantasma, Carbonia, Iglesias, Montevecchio...

Il libro presenta anche l’ospitalità nelle case di Domus Amigas, una cooperativa di indigeni, che vuole salvare la propria bella città. il libro è un ininterrotto percorso dal mare cristallino ai boschi fitti dell’interno, dalle dune di sabbia alla macchia mediterranea fino alle miniere di sale.

E, insieme, le storie e i racconti dei minatori e delle loro famiglie, gli scioperi, il duro lavoro e le vicende di una terra tormentata e bellissima.
Viaggiare così consente a tutti di recuperare storie, presenze, frammenti di vite passate e l’anima di un territorio unico.

Filippo Zolezzi