Meridiani Montagne

Dir. Resp.: Marco Albino Ferrari

bimestrale

ISSN: 9-771721-507000

distribuzione principale: edicola

prezzo: 7,50 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Meridiani Montagne
bimestrale
numero di
settembre 2007

Altopiano di Asiago

SOMMARIO


Galleria I profili dell'altopiano
Reportage Cimbri, veneti e visionari
Dossier Viaggio in ricordo di una guerra
Echi con variazioni sul tema
Scienza II rosso ocra del "Riparo Dalmeri"
Estate La stagione delle malghe
Arrampicata Tacche, gocce e canne d'organo
Inverno II lungo silenzio sotto la neve
Sci di fondo Classico o pattinato
Cucina Si fa presto a dir patata
Guida
Cinema
Libri
Dietro le quinte

 

la copertina
Tramonto agli Scogli di Ave, periferia di Asiago
Con l'approvazione della maggioranza espressasi mediante referendum, le popolazioni dei Comuni interessati possono staccarsi da una Regione e aggregarsi a un'altra: suona così in sintesi l'articolo 132 del Titolo V della nostra Costituzione modificata nel 2001. E proprio in ragione a questo dettato, gli scorsi 6 e 7 maggio si è tenuta sull'altopiano una consultazione referendaria in cui si chiedeva ai cittadini se sentissero l'esigenza di diventare trentini. «Sì», ha risposto un coro di votanti (il 94%). Il Trentino, a quanto pare, dev'essere proprio una terra promessa. Ma cos'è che preme tanto agli asiaghesi e ai loro vicini? Cosa non va giù alle 21 mila persone che abitano su questa terra elevata così ridente, su cui all'apparenza rifulge una natura tanto ricca, generosa, linda e pettinata nel suo ordine sancito da regole secolari? Risponde Francesco Rodeghiero, anima del movimento referendario: «La questione è che Vicenza non ci considera zona di montagna. Non ci sono aiuti: sul gasolio da riscaldamento paghiamo l'Iva del 20%, contro il dieci in Trentino; e l'abbonamento al pulmino scolastico costa a noi 50 euro al mese, ai trentini 120 tutto l'anno».
Dunque è così che si spiega l'epidemia di "traslochite" che contagia, oltre ad Asiago, anche un buon numero di comuni alpini confinanti con regioni a statuto speciale: Lamon, Cortina, Colle Santa Lucia, Livinallongo; e poi in Piemonte Valprato, Noasca, Ronco, Ribordone che passerebbero volentieri alla Vallèe. Opportunità di crescita, vantaggi fiscali. Allora Aosta, Trento, Bolzano e Trieste potrebbero diventare un giorno le capitali di un grande e felice Nord a statuto speciale. Ma che "speciale" potrà essere, a questo punto?
«La vera battaglia andrebbe fatta in senso contrario, per l'eliminazione delle regioni a statuto speciale, un'ingiustizia e un anacronismo che non hanno più senso ora che siamo tutti in Europa» sbotta Mario Rigoni Stern, di cui a richiesta si trova in allegato l'ultimo volume inedito con numerose riflessioni su questa sua terra. Si intitola Dentro la memoria - Scritti dall'Altipiano*, ed è la raccolta dei testi meno noti del grande autore di Asiago, molti dei quali attualmente introvabili o addirittura dimenticati. Pagine che colmano oggi una vera lacuna editoriale.
Marco Albino Ferrari

Ancora una volta un abbinamento straordinario: questo libro del grande Mario è veramente IMPERDIBILE, ma la categoria nelle riviste non c'è, lo abbiamo già detto, possiamo ripetere il nostro plauso al bravissimo Direttore che riesce sempre a studiarne una di nuova e che nuova!

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi