TuttoTurismo

il mondo provato per voi

Dir. Resp.: Nicoletta Salvatori

mensile

ISSN: 9-770392-802001

distribuzione principale: edicola

prezzo: 3,00 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

TuttoTurismo
il mondo provato per voi
mensile
numero di
marzo 2008

Parigi

SOMMARIO


Diario di viaggio I reportage dei lettori: Laos.
Colpo d’occhio Il mondo raccontato in una fotografia. D’autore.
Gira mondo Lo stato di Israele compie 60 anni.
Si chiama “Mammut” la nuova, grande attrazione di Gardaland.
Idee weekend
La Milano di Gio Ponti.
Cioccolato in festa a Torino e a Modica.
Monaco, città futura.
Le atmosfere incantate di Valeggio sul Mincio.
Health club Arriva a Marrakech la Spa... mobile.
Mondo in tasca Pronti? Via! Maratone nel mondo da Roma al Sahara.
650 metri la lunghezza del Ponte Visconteo di Valeggio sul Mincio, edificato alla fine del XIV secolo
7.430 i podisti che hanno preso parte all’edizione 2007 della
Maratona di Barcellona
8.15 l’ora in cui, il 6 agosto 1945, la città giapponese di Hiroshima venne distrutta dalla bomba atomica

 

Dal 21 al 24 febbraio si terrà a Milano la Borsa internazionale del turismo (Bit) e il mondo intero si metterà in mostra. In una grande “fiera delle vanità” paesaggistiche e culturali tutti i Paesi daranno di sé l’immagine più bella, metteranno il vestito migliore, il trucco più seducente (lo speciale Bit Mondo in mano è allegato a questo numero di TuttoTurismo). L’Italia dimenticherà - o cercherà di far dimenticare - che da mesi è su tutti i giornali del pianeta come un immondezzaio e rispolvererà i Faraglioni, i mandolini e il Parmigiano. Il Kenya abbaglierà con foto di leoni e giraffe, confidando sul fatto che mediamente il turista ha la memoria corta, conosce poco la geografi a e ancor meno legge i giornali. Il business appianerà i conflitti e gli stand di tutto il Medio Oriente saranno gomito a gomito, donne arabe e yemenite dimenticheranno i burka e ritroveranno i lustrini e per qualche giorno la bellezza (e solo la bellezza) del mondo avrà la parola. Perché l’unica terra dove il viaggio è possibile è un posto dove le frontiere non sono sbarramenti, ma luoghi di transito, dove tutto è piacere, divertimento, conoscenza, incontro. Un luogo che non si può permettere né povertà né violenza, né malattia né conflitto. Dedico questo numero di TuttoTurismo a quel “mondo che non c’è” che i tour operator di ogni Paese vendono ai turisti, consapevoli - gli uni e gli altri - di stare acquistando/vendendo un
sogno. Dedico questo numero alla bellezza del “mondo che c’è” e che, se finisce sulle pagine dei giornali, lo deve proprio alla nostra smania di partire, al nostro essere instancabili cercatori di emozioni e collezionisti di ricordi. Oltreché inguaribili ottimisti. Perché, per quanta spazzatura inondi le strade di Napoli, nessuno potrà mai toglierle il suo fascino. Come le auto che bruciano nelle banlieue non renderanno meno magica Parigi e la criminalità di Miami non ci farà rinunciare a una gita in auto nelle Keys. Solo per provare l’ebbrezza di pedalare nel sottosuolo, e non per sfuggire all’ennesimo assedio, ci rifugeremo nel buio delle grotte di Maastricht . D’altronde la bellezza delle donne
d’Africa resta impressa nel cuore sia nel souk di Marrakech sia tra i vulcani della Rift Valley e alla periferia di Cape Town e disegna l’anima di un continente più di ogni fatto di cronaca. Ma sono i Sassi di Matera a darci la morale della storia: una città che è stata grande, poi è decaduta a “vergogna nazionale” e ha avuto la forza di rinascere fi no a diventare “patrimonio dell’umanità”. Vanto della bellezza del mondo. Quello che c’è.
Nicoletta Salvatori

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi