Meridiani

Dir. Resp.: Federico Bini

bimestrale

ISSN: 9-771120-804007

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,20 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (6) >>
383 Recensioni
 

Meridiani
bimestrale
numero di
maggio 2008

Québec

SOMMARIO


I CONVIVENTI
Oblò Valigia di andata / Valigia di ritorno
Indiana Jones IL FUNGO ALTO 8 METRI
Montreal TUTTO DI TUTTI
Intervista IO, CACCIATORE DI STILE
Cirque du Soleil FANTASIE IN VOLO
San Lorenzo IL FIUME MARE
Dall'alto AUTOSTRADA PER L'INTERNO
Celebrazioni I MIEI PRIMI 400 ANNI...
Sport FEBBRE DA NEVE
Motoslitta CENTAURI BIANCHI
Nativi PROFONDO NORD
Musica PROFESSIONE LÉONARD COHEN
Gaspésie ALLE RADICI DEL QUEBEC
Foliage VIRATO ROSSO
Abitibi C'ERA UNA VOLTA IL WEST
Fumetto-4 MARY DIANE E IL MANOSCRITTO PERDUTO
Percorsi:
1.MONTREAL, NEL SEGNO DEL DESIGN
2. PLASMARE LA NATURA: I GIARDINI
3.TRA GLI ÌNUIT DEL NUNAVIK

 

Indiani che scivolano silenziosi in canoa lungo il fiume. Trappers che riemergono dai boschi con il loro carico di pelli. Giubbe Rosse a cavallo. Salmoni che risalgono le acque stando bene attenti a non finire in bocca all'orso. Laboriosi castori che costruiscono dighe. È il Canada della "geografia dei bambini": una geografia speciale che impariamo da piccoli su insoliti testi, perlopiù romanzi d'avventura o fumetti, e che non necessariamente corrisponde alla realtà, ma ci racconta di mondi fantastici, popolati da eroi, avventurieri, terre e animali selvaggi. Quando poi con il passare degli anni impariamo la "geografìa dei grandi ", quel mondo magico a poco a poco svanisce ma non viene cancellato del tutto, semplicemente si ritaglia un piccolo angolo nella nostra memoria e lì fa tana, pronto a risvegliarsi all'occorrenza. Con questo numero di Meridiani dedicato al Quebec (Canada particolare "dentro " un Canada più grande) cercheremo di far convivere le due geografie e, accanto a Montreal cosmopolita e ipermoderna, troveremo poco distante le ultime tracce del vecchio West; insieme al musicista di fama mondiale c'è il vecchio marinaio del San Lorenzo; uno stilista di moda e un nativo Montagnais si raccontano a poche pagine di distanza. Realtà del Quebec "doppio " che non a caso trova la sua sintesi in uno dei più famosi circhi del mondo, che ha casa qui. Perfino Indian Summer, la straordinaria esplosione autunnale dei colori dei boschi, è letta dai poeti in un modo e dagli scienziati in un altro. Quanto a Mary Diane, l'eroina dei nostri fumetti, viene coinvolta in un 'avventura a metà strada tra la fantasia (un manoscritto perduto di Jack London) e la realtà dei contrabbandieri d'avorio. In un 'unica regione convivono mondi, gente, paesaggi diversi. Il Quebec per la "geografia dei grandi" è una sorpresa continua, per la "geografia dei bambini " resta una grande magia.
Federico Bini

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi