Rivista della Montagna

sentieri & Avventura

Dir. Resp.: Roberto Mantovani

bimestrale

ISSN: 770393-421003

distribuzione principale: edicola

prezzo: 5,50 euro

Editore: Vivalda Editori

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Rivista della Montagna
sentieri & Avventura
bimestrale
numero di
maggio 2008

SOMMARIO


L’ARGOMENTO Verso un protezionismo a oltranza?
L PERSONAGGIO Albano Marcarini, il dolce camminare
LA MONTAGNA SENZA AUTO
MÜRREN, WENGEN, KIENTAL Un trekking a piedi, in treno e funivia tra paesi più o meno noti dell’Oberland, che hanno vietato la circolazione alle auto
BOLZANO: FUNIVIE, FUNICOLARI E UN TRENINO Il capoluogo altoatesino ha limitato l’uso cittadino delle auto, mentre funivie e trenino permettono di salire in quota
LÀ DOVE IL TRENO HA VINTO... A lungo osteggiata, nel 2005 la Ferrovia della Val Venosta è risorta a nuova vita, e ora rappresenta un modello di successo, ideale anche per itinerari “treno+bici” //
CODERA, L’ULTIMA VALLE SENZA STRADA Una valle appartata, un regno isolato di severa bellezza, dove i pochi abitanti rimasti sperimentano non poche difficoltà
CHAMOIS, UN REFERENDUM HA SCELTO TRA STRADA E FUNIVIA L’unico paese delle Alpi occidentali raggiungibile solo a piedi o con la funivia, ideale per escursioni con vista sul Cervino
CLARÉE: LE NAVETTE SOSTITUISCONO LE AUTO A due passi da Bardonecchia, una valle francese ha scelto di limitare il transito estivo delle auto, attivando un efficace servizio di navette
TRENI E SENTIERI SULLE COLLINE SENESI Il rilancio turistico dei treni a vapore permette di unire il fascino delle ferrovie a “bassa velocità” con le escursioni primaverili
SLACKLINING Un gioco inventato da giovani climber per sviluppare il controllo muscolare e l’equilibrio, ora diffuso nei rifugi e tra gli escursionisti
TROVAROBE Ispo e SportItaly, le novità per l’estate

 

LA MONTAGNA SENZA AUTO. Il petrolio a 120 dollari il barile, un litro di benzina o di gasolio a 1,44 euro: pochi osano dirlo apertamente, ma presto dovremo abituarci ad usare in modo più razionale l’automobile. Per cominciare dovremmo utilizzarla di meno durante le vacanze: da questa idea nasce il numero in edicola di RdM (il nuovo logo della Rivista della Montagna).
Il fascicolo di maggio è interamente dedicato alle valli e ai paesi di montagna in cui si vive senza auto, alle località in cui è stato limitato il flusso dei villeggianti motorizzati, ai centri turistici che stanno promuovendo l’uso di treni e funivie. La ricerca degli autori e redattori di RdM ha dato risultati sorprendenti, mostrando che le alternative all’auto individuale sono molte, moderne e innovative. Soprattutto quando treni e funivie si rivolgono sia agli abitanti, sia ai turisti: emblematico il successo della ferrovia Merano-Malles, che dopo anni di abbandono è diventata efficiente e puntuale, offrendo un ottimo servizio ai pendolari e rilanciando il turismo in bicicletta.
Treni, funivie e bus navetta ampliano anche le possibilità escursionistiche, rendendo più facili e comodi gli itinerari di traversata, di valle in valle o di stazione in stazione, proposti in questo numero di RdM. E’ il caso della splendida traversata al cospetto dei ghiacciai dell’Oberland Bernese, tra silenziosi paesi svizzeri senza auto, e delle escursioni nella Clarée, la valle francese a due passi dal nostro confine, dove i pullmini navetta d’estate sostituiscono le auto.
Anche in Italia vi sono esperienze interessanti: la città di Bolzano è tra le più virtuose nel limitare l’uso urbano dell’auto e offre ai turisti tre funivie, un trenino e una funicolare per salire in quota. Non lontano dal Lago Maggiore c’è l’ultima valle senza strade del nostro versante delle Alpi, la solitaria e affascinante Val Codera, mentre in Val d’Aosta Chamois ha scelto la funivia come unico mezzo di collegamento con il fondovalle, rinunciando alle auto.
Chiude il numero l’interessante esperienza del Treno natura che si snoda tra le Colline senesi, dove il fascino delle ferrovie “a bassa velocità” si affianca agli itinerari escursionistici primaverili verso paesi, eremi e abbazie.
di Furio Chiaretta e Roberto Mantovani

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi