TuttoTurismo

il mondo provato per voi

Dir. Resp.: Nicoletta Salvatori

mensile

ISSN: 9-770392-802001

distribuzione principale: edicola

prezzo: 3,00 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

TuttoTurismo
il mondo provato per voi
mensile
numero di
dicembre 2008

Natale a...

SOMMARIO


Diario di viaggio I reportage dei lettori: Senegal.
Gira mondo Usa, Italia e Giordania le mete preferite per il 2009 dagli utenti di TripAdvisor. Kenya: un nuovo lodge che sta con... gli
ippopotami. Ecco le playlist di Dj Thor per il viaggiatore.
Idee weekend La Festa delle Luci di Lione. Alto Adige conciato per le... Feste. Puglia: l’olivo e la pietra. Alsazia: qui è nato l’albero di Natale.
Grand gourmet Ristoranti provati in incognito.
Camera con vista L’albergo provato per voi: Relais la Fontanina, in Puglia.
Come eravamo Groenlandia 1968-2008: ieri pressoché inesplorata, oggi a un passo dall’indipendenza
Cover story FINLANDIA A CASA DI BABBO NATALE Santa Claus abita in Lapponia. E regala un sacco di avventura.
Film & location AUSTRALIA L’ULTIMA FRONTIERA È l’Outback, scenario grandioso di “Australia”, nei cinema da gennaio.
Viva l’Italia SICILIA MEMORIE DEL SOTTOSUOLO Nelle miniere di zolfo e salgemma per riscoprire un mondo scomparso.
Doppio gioco STATI UNITI DUE VOLTE FLORIDA Miami, la più glamour della East Coast. Orlando, fun “spaziale”.
Mondi ritrovati ARABIA SAUDITA SORPRESE NEL DESERTO Una per tutte? Hegra, la città dei Nabatei “sorella” delle giordana Petra.
Doppio gioco ARGENTINA BUENOS AIRES SLOW E FAST Design e creatività ballano un paso doble con natura e grandi spazi.
Euro visioni OLANDA MERCATINI DI NATALE Da Amsterdam a Delft per assaporare tutta l’atmosfera dell’Avvento

 

Lettera a Babbo Natale
Dicembre 2008 Prendo l’aereo, dimentico persino la valigia e comincio a girare il mondo! Quanti di noi lo hanno pensato nei giorni in cui il Superenalotto prometteva una fortuna di 100 milioni di euro? Quanti lo metterebbero al primo punto nella lettera a Babbo Natale che vorrebbero ancora avere il coraggio di scrivere oggi? A onta della crisi economica, della catastrofe finanziaria, il viaggio resta “l’oggetto del desiderio”, il simulacro più credibile del nostro sogno di fuggire, di cedere alle tentazioni, di vivere mille vite e mille avventure. Nessun altro bene di consumo ha la stessa forza dirompente. Forse perché il viaggio non si consuma ma si rinnova, anzi “ci” rinnova. Non fa la
ruggine, non passa di moda, non si rompe, non si perde. Al contrario, è sempre lì, come nuovo, dentro di noi, ogni volta che la memoria ne ricerca i profumi. Forse è per questo che lo scorso ottobre all’ultimo TTG Incontri (la grande fiera del turismo di Rimini) non si respirava aria di recessione, ma di quell’ottimismo della ragione che porta il mondo dei tour operator a guardare al futuro con più aspettative che ansie. Ne è una riprova il sondaggio internazionale sui trend di viaggio per il 2009 realizzato da Tripadvisor, che dimostra, oltre alla nuova maturità nelle richieste (natura ed ecosostenibilità al primo posto, seguite da città d’arte, mare e benessere), come i turisti non abbiano alcuna intenzione di rassegnarsi all’idea di una vacanza nel segno dell’austerity. In maggioranza,
infatti, pensano in grande, progettano almeno un viaggio “importante” per il quale
stanziano un buon gruzzolo (il 28% da 2.000 a 4.000 euro, il 21% da 4.000 a 6.000). Scriviamola, dunque, questa letterina da mettere sotto l’albero, magari parafrasando una delle “poesie indimenticabili” di Rudyard Kipling: “Se”.
«Caro Babbo Natale, Se credi che ci sia ancora un modo per insegnare agli uomini a conoscersi e rispettarsi, Se riesci ad aver fiducia in noi anche quando avresti tutte le ragioni per dubitare Se pensi di avere nel sacco un giocattolo capace di migliorarci e insieme farci divertire e che per essere usato ha bisogno di un tavolo da gioco in cui domini la pace Se vuoi farci partecipi della bellezza del mondo e capaci di dare valore al tempo puntando sull’essere e non sull’avere. Ebbene, è facile: regalaci un viaggio».
Nicoletta Salvatori

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi