TuttoTurismo

il mondo provato per voi

Dir. Resp.: Nicoletta Salvatori

mensile

ISSN: 9-770392-802001

distribuzione principale: edicola

prezzo: 3,00 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

TuttoTurismo
il mondo provato per voi
mensile
numero di
gennaio 2009

Brasile

SOMMARIO


Gira mondo Niente più visto per entrare negli Usa. La nuova moda del turismo industriale. In Slovacchia arriva l’euro.
Idee weekend Bellinzona a misura di bambino. Bruxelles: appuntamento con l’arte. In Abruzzo per le Farchie.
Camera con vista L’albergo provato per voi: La Meridiana di Saint-Pierre (Aosta).
Health club Soccorso alpino: in vetta all’emergenza.
350 metri l’altezza delle colonne di lava proiettate fuori dal
cratere del vulcano Yasur (Isole Vanuatu)
300.000 i titoli custoditi nella biblioteca della Società Geografica Italiana di Roma
15 i suoni naturali (su tre ottave) che può riprodurre il corno delle Alpi, strumento musicale costruito in legno di abete e lungo fino a 3,60 metri
8.624 kmq la superficie del Lago de Nicaragua, il più esteso
del Centro America
Mondo in tasca Brindisi globale: 9 idee per celebrare nel modo più originale l’arrivo del 2009.
Tariffe aeree low cost ancora poco chiare. 5 idee per visitare gratis Milano.
Travel kids In vacanza con i figli: scendono in pista giochi, sconti e fantasia.
Libri del mese Romanzi con le ali ai piedi. Incontro con l’autore: Mauro Corona.
Cover story BRASILE LE RADICI DEL RITMO “Nero”, scatenato e contagioso: ecco il Carnevale del Maranhão.
Archeo tour PUGLIA PASSEGGIATA MICENEA Visitare il Salento sulle tracce della civiltà che venne dal mare.
Doppio gioco TURCHIA ISTANBUL L’EQUILIBRISTA Oriente e Occidente si danno la mano fra tradizione e nuovi trend.
Viva l’Italia VALLE D’AOSTA CASTELLI & CIASPOLE
Sport e cultura: coppia d’assi per la più piccola regione italiana.
Mondi ritrovati PACIFICO VANUATU: IO STO CON I CANNIBALI
Le Isole Vanuatu? Un vero paradiso “tribale”. Tutto da esplorare.
Scientificamente ROMA GENTE DI MONDO In visita alla Società Geografica Italiana, culla di grandi viaggiatori.
Viaggi per gola SVIZZERA IN PISTA CON LA RACLETTE La buona tavola si mette gli sci: ghiotto slalom tra i rifugi delle 4 Vallées.
On the road AMERICA CENTRALE L’AVVENTURA SI FA DONNA Da Panama City all’Honduras: tre settimane sulle strade meno conosciute di quattro Paesi raccontate da un’inviata... molto speciale.

 

2009 anno low cost
C’è chi la chiama ancora austerity e chi, invece, si adegua alle astuzie linguistiche del marketing e la ribattezza “sobrietà”. Comunque sia, la cifra dell’anno che sta iniziando si riflette nello specchio distorto di una crisi economica dai contorni inaspettati e ancora ben lungi dall’essere definiti e si
esprime, turisticamente parlando (ma non solo), in una nuova etica di viaggio e forse di vita. La vacanza “no frills”, senza fronzoli, è una vacanza che rinuncia al superfluo per ricercare l’essenziale, che risparmia non per partito preso ma per diminuire i costi e insieme valorizzare il tempo, rinunciare all’apparenza per puntare all’essenza. La filosofi a del low cost spinge alla mobilità consapevole ed è un antidoto al lusso inutile, una dieta salutare contro la bulimia consumistica. Ed è anche un affare. Oggi il viaggio low cost interessa
ormai il 70% dei viaggiatori che utilizzano l’aereo e dalle compagnie aeree si diffonde a quelle di navigazione, ai tour operator, alle catene alberghiere.
Si può viaggiare bene spendendo meno, cercando la sobrietà, facendo cadere alcune stelle, individuando nelle maglie dell’offerta turistica strade alternative, persino divertenti e nuove, che ci consentono di non rinunciare alla vacanza ma al contrario di renderla nuova, più giovane, meno paludata, più flessibile, lunga e sorprendente. Noi parliamo di viaggi e turismo (una nuova rubrica, Low cost/No cost, ci accompagnerà tutti i mesi a partire da questo numero), ma quello che sta succedendo è un grande fenomeno di costume, in parte indotto dalla contingenza economica, ma non limitato ad essa: tutti noi ci stiamo rendendo conto che il mercato sta andando fuori giri, che il pianeta si sta surriscaldando, che il nostro stile di vita “ha fuso”, che bisogna “dare un taglio” alla distruzione
delle risorse, al consumo senza limiti e all’ansia di accaparramento di oggetti inutili e di emozioni artificiali. Non solo Ryan Air, dunque, e non solo Ikea: anche l’auto si sceglie “economica” ed “ecologica”, il no logo va dai jeans ai farmaci, il commercio si fa ecosolidale e locale, nuove strade s’individuano per l’ospitalità (come lo scambio casa, il couch surfing e così via). TuttoTurismo vi può aiutare a spendere meglio perché ha sempre creduto in un mondo a portata di mano, dove qualità non fa rima con lusso e quello che veramente vale, in un viaggio come nella vita, non ha nessuna etichetta e di solito nessun prezzo.
Nicoletta Salvatori

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi