ALP - Speciale ritratti

Dir. Resp.: Roberto Mantovani

semestrale

ISSN: 9-771972-683003

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,50 euro

Editore: Vivalda Editori

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (29)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (4) >>
379 Recensioni
 

ALP - Speciale ritratti
semestrale
numero di
settembre 2008

Riccardo Cassin

SOMMARIO


 

ALP Ritratti inaugura i festeggiamenti del centenario di Riccardo Cassin

Il secondo numero della nuova collana di monografie di ALP dedicata ai grandi personaggi che hanno fatto la storia dell’alpinismo si inserisce all’interno di un importante anniversario: i 100 anni di Riccardo Cassin. Quale migliore occasione per fermarsi e riflettere su un secolo di storia alpinistica profondamente intrecciata con la storia del nostro paese attraverso un uomo che, con forza e intuito, ha saputo attraversare le epoche, superare gli ostacoli e anticipare le mode negli anni.

La rivista si apre con la magnifica galleria fotografica realizzata ad hoc 71 anni dopo sul mitico spigolo nord-est del Pizzo Badile. Poi, ci si addentra tra le pieghe e le fessure dell’uomo e dell’alpinista: il profilo è affidato a Stefano Ardito, lo stile raccontato dall’alpinista Ivo Rabanser. Per ripercorrere 100 anni di vita e di realizzazioni in montagna sono state individuate delle fasi fondamentali nell’esistenza del grande lecchese.
In un primo momento il giovane Cassin, trasferitosi a Lecco in cerca di lavoro, sceglie le Grigne come terreno di gioco preferito. Con un gruppetto di amici, tutti dilettanti allo sbaraglio, inizia una stagione di salite in grado di formare l’abilità e l’animo di colui che ben presto si lancerà alla conquista di ben più impegnative pareti e vette.
Si arriva dunque alle imprese più importanti, fuori dall’amata Grigna, dove Cassin compie la “triade alpina”: Lavaredo, Badile e Grandes Jorasses. Questa seconda fase è raccontata dalla penna del giornalista Carlo Caccia (insieme a Roberto Mantovani curatore della monografia) e del protagonista Alessandro Gogna che da solo nel ’68 si misurò con lo sperone Walker sulla Nord delle Jorasses.
E per concludere le imprese alpinistiche, largo spazio al Cassin giramondo. Prima in Karakorum: dalla storia tormentata del K2 al successo del G IV. Poi le spedizioni vittoriose in Alaska sul Mc Kinley e in Perù allo Jirishanca con il ricordo di Gigi Alippi. Infine l’insuccesso della spedizione al Lhotse.
Infine, l’ultimo Cassin, l’imprenditore che seppe far fruttare l’esperienza in montagna nella costruzione di materiale per alpinisti.
Per concludere, la Scheda Gialla con proposte di escursionismo, arrampicata e alpinismo tra le montagne di Cassin.

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi