Rivista della Montagna

sentieri & Avventura

Dir. Resp.: Roberto Mantovani

bimestrale

ISSN: 770393-421003

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,50 euro

Editore: Vivalda Editori

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Rivista della Montagna
sentieri & Avventura
bimestrale
numero di
gennaio 2009

La neve ritorna

SOMMARIO


L'argomento Io speriamo che me la cavo, ovvero le scuole di montagna e la riforma Gelmini
Il personaggio Incontro con Satish Kumar, pellegrino della Terra
L'alpe di luson e l'alpe di rodengo Viaggio sull'affascinante e solitario altopiano che d'inverno è raggiungibile solo a piedi, con le ciaspole o gli sci da fondo, circondati dalla neve a perdita d'occhio
Merano & Avelengo L'aristocratica cittadina termale da cui si sale in pochi minuti di funivia all'altopiano di Merano 2000 e le escursioni dal vicino borgo di Avelengo /Hafling, celebre per i cavalli avelignesi
Valchiavenna In fondo al solco del Lago di Como, la Valchiavenna, antica chiave delle Alpi e storica terra di confine, offre spazi inediti a chi ama sci, ciaspole e tranquillità
La Beò di Blins Riproposto ogni tre anni, l'antico carnevale di Bellino è un rito che celebra il trionfo della vita sulle difficoltà della montagna e sull'inverno
NEVI MARITTIME: val VERMENAGNA & alta valle ROYA Viaggio sui due versanti del Colle di Tenda, dove le Alpi Marittime offrono neve spesso abbondante e vista sul mare per scialpinisti e ciaspolatori
Il boom delle ciaspole Intervista a Domenico Vasapollo del direttivo nazionale dell'Aigae, Associazione italiana guide ambientali ed escursionistiche
Appennino parmense Nonostante le quote modeste e le cime poco imponenti, la panoramica dorsale appenninica che si innalza tra mare e pianura regala emozioni da alta montagna
Ramponi alla ciociara Nell'Appennino invernale gli inviti alla prudenza non sono mai troppi: i ramponi sono indispensabili anche per affrontare gite apparentemente facili
Del fuoco e della luna Il vulcano Nyiragongo e le pendici del Ruwenzori in un insolito diario di viaggio nel cuore del Congo, un Paese che la guerra ha riportato sotto i riflettori dei media
Trovarobe Scialpinismo e telemark: ski test 2008/2009

 

Gli anni scorsi la neve era diventata un bene sempre più raro o artificiale. In pista si sciava soltanto su neve “programmata”, molti anelli di fondo erano semplici prati grigi, gli appassionati di scialpinismo consultavano i bollettini meteo e delle valanghe per capire dove andare a cercare i fiocchi bianchi e le ciaspole venivano spesso portate sopra lo zaino. Ma le copiose precipitazioni di questo inverno hanno temporaneamente aperto nuove e ampie prospettive a tutti gli amanti dei manti bianchi. RdM – Rivista della Montagna ha voluto approfittare delle congiunture meteorologiche dando ai propri lettori una serie di proposte di escursioni sci alpinistiche e con le ciaspole per sfruttare al meglio le abbondanti coltri nevose cadute su Alpi e Appennini.
Si parte dall’Alpe di Rodengo e Luson, vasto e ondulato altipiano che separa la Val Pusteria dalla Valle di Luson, luogo ideale per lo sci di fondo e winterwanderwege per le escursioni sulla neve. Ci si sposta poi a ovest verso le alture di Merano 2000 e Hafling/Avelengo dove tra cultura, meravigliosi villaggi e antiche tradizioni si può godere di uno splendido territorio bianco. Giungendo alle Alpi centrali ci si inoltra in Valchiavenna, “chiave” delle Alpi, situata al fondo del Lago di Como, dove si trovano i terreni per scialpinismo e ciaspole.
In occidente un interessante articolo illustra la Beò di Blins (Bellino in Val Varaita), più che un semplice carnevale, un rito di origine antichissima che celebra il trionfo della vita sulle difficoltà climatiche dell’inverno in montagna. Ancora un po’ più a sud arriviamo alle nevi marittime di Val Vermenagna e Val Roya, sui due versanti del Colle di Tenda, dove un innevamento spesso più che abbondante offre territori bianchi da scoprire.
E non poteva mancare un’ampia sezione dedicata agli Appennini. Ma a partire dall’Appennino parmense illustrato da Andrea Greci fino ai Monti Ciociari raccontati da Stefano Ardito, le condizioni meteorologiche estremamente variabili soprattutto per quanto riguarda la formazione di insidiose placche di ghiaccio rendono necessario l’uso dei ramponi, anche durante un inverno molto nevoso. Quindi è necessaria una buona esperienza o l’accompagnamento di una guida, come spiega Domenico Vasapollo, guida escursionistica romana intervistata da Stefano Ardito.
Un ampio ski test illustra le novità della stagione per scialpinismo e telemark con la prova di 31 sci. Nelle rubriche di attualità troviamo un ampio approfondimento sulla legge di riordino delle Comunità montane, discussa con una storica e autorevole firma del giornalismo italiano come Gianantonio Stella e “l’argomento” di Maurizio Dematteis dedicato agli effetti della riforma Gelmini sulle scuole di montagna.
E per finire, due articoli che gettano il loro sguardo sui temi più ampi dell’andare in montagna. La prima è un’intervista di Simone Bobbio a Satish Kumar, il “pellegrino della terra” che ha fatto del camminare un modo per portare un messaggio di pace e non-violenza per il mondo intero. Manuel Bonomo, un giovane cooperante impegnato in Congo, paese recentemente balzato agli onori della cronaca a causa di nuovi e mai sopiti conflitti, conduce i lettori alla scoperta del vulcano Nyiragongo (3470 m) e del Monte Ruwenzori (5109 m) cime meravigliose e selvagge che svettano dalle umide foreste centrafricane.

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi