Meridiani Montagne

Dir. Resp.: Marco Albino Ferrari

bimestrale

ISSN: 9-771721-507000

distribuzione principale: edicola

prezzo: 7,50 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Meridiani Montagne
bimestrale
numero di
marzo 2006

Pizzo Badile. La cattedrale di pietra, le valli, la cultura, il mito

la copertina, il Pizzo Badile
SOMMARIO


Galleria. Profili di granito

Reportage. il granito e i suoi ospiti

Nascosto nell'ombra. Arte, cultura, territorio, Segantini, Giacometti, Ritter e gli altri

I belvedere di Marcarini

Echi. Filorera e Salecina; il bargaiot, Gigiat.

Scienza. Granito.

Alte vie. sentiero Roma, gli otto colli più famosi delle Alpi

Alte vie. il giro del castello, tre giorni intorno al Pizzo Badile.

Alpinismo. Un secolo e mezzo di avventure verticali, sul granito più famoso delle Alpi Retiche.

Amarcord. Mello, il tempo non abita qui.

Cucina. L'appetito viene edalle montagne.

Guida

 

la cartina allegata
Oltre Chiavenna, salendo sui tornanti della Val Bregaglia che portano al Passo del Maloja, la grande pala granitica del versante nord del Pizzo Badile appare di colpo, come uscita da una quinta. Per l'eleganza e l'imponenza delle sue architetture rocciose, per la perfezione della geometria delle sue linee, il Badile è stato elevato a montagna-simbolo delle Alpi Centrali.

Nella monografia di marzo dedicata al Badile, Meridiani Montagne ha girato tra le valli che lo cingono, (la Val Masino, la Val di Mello, la Valle dei Bagni, la Val Bondasca, l'Albigna), ha visitato le cime circostanti (il Porcellizzo, il Cengalo, il Pizzo del Ferro) ed è salita fin sulla cima di questo colosso di oltre 3.300 metri seguendo le tracce dei pionieri, celebrando non solo il mondo dell'alta quota, ma osservando con interesse anche la media e la bassa montagna. E mettendo in evidenza il valore del "paesaggio culturale", dalle cime al fondovalle, con un ampio giro compiuto tra i paesi della Val Bregaglia e della Val Masino, sui due versanti del "re di granito".

Passo di Bondo, bivacco Ronconi
Sono tanti i grandi nomi della storia dell'arte che hanno vissuto e lavorato in Val Bregaglia (Segantini, Giacometti, Varlin); Meridiani Montagne spiega i motivi per cui la valle è stata e continua a essere un luogo di elaborazione artistica di fondamentale importanza. E per conoscere la Bregaglia e il carattere dei suoi insediamenti, la rivista suggerisce di percorrere i suoi sentieri più suggestivi: il Sentiero Panoramico della Val Bregaglia, II Senterio Storico di Fondovalle e la Traversata dei Monti.

Per gli appassionati delle alte vie il Sentiero Roma è un percorso imperdibile, che si svolge lungo gli otto colli più famosi delle Alpi, dove cinque tappe in alta quota uniscono le valli di uno dei più suggestivi e selvaggi territori alpini, attraversando tutta la regione Masino-Bregaglia. Mentre sono tre i giorni che servono per compiere il giro del Castello, un suggestivo periplo del Pizzo Badile e dei suoi "vicini" che combina itinerari su sentieri e ghiacciai.

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi