TuttoTurismo

il mondo provato per voi

Dir. Resp.: Nicoletta Salvatori

mensile

ISSN: 9-770392-802001

distribuzione principale: edicola

prezzo: 3,00 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

TuttoTurismo
il mondo provato per voi
mensile
numero di
marzo 2009

Berlino

SOMMARIO


IL MURO DELLA MEMORIA A 20 anni dal crollo la capitale tedesca ha fatto tesoro della vecchia cicatrice tra Est e Ovest. Grazie a un emozionante percorso a tema.
Madre natura BRASILE IL GIOIELLO DELL’AMAZZONIA
Un tour sostenibile ci porta a visitare una riserva unica al mondo.
Note di viaggio CARAIBI/1 CUBA TIENE IL RITMO Tutti i luoghi simbolo di una tradizione musicale che viene da lontano.
Doppio gioco EUROPA L’OLANDA DEI PITTORI Leida e Rembrandt, Delft e Vermeer: un viaggio tra... luci e ombre.
Sun & fun CARAIBI/2 ARUBA, L’ISOLA DELLA FELICITÀ La perla delle Antille Olandesi è l’El Dorado del Caribe. Ecco perché.
L’altra America MESSICO MAGICI PUEBLOS Un pugno di villaggi cela dentro di sé la vera anima messicana.
Viva l’Italia VENETO SENTIERI D’ACQUA A piedi, in barca, in bicicletta: lungo il Sile dalle sorgenti alla Laguna.
Dietro le quinte LAS VEGAS I SEGRETI DELLO STRIP Che cosa c’è dietro le luci sfavillanti della capitale modiale del gioco d’azzardo? Ce lo siamo fatto raccontare dagli “addetti ai lavori”.
Mondi ritrovati ESTREMO ORIENTE BIRMANIA FUORI ROTTA Alla scoperta dell’Arakan, lo stato più segreto e misterioso del Myanmar.

 

Il viaggio si fa INSIEME.
Un vecchio adagio recita: “Se vuoi andare veloce vai da solo, ma se vuoi andare lontano vai con gli altri”. Me lo ha ricordato qualche giorno fa a un convegno a Sarzana sull’iniziativa del “CamminAmare 2009” (da Roma a Luni a piedi - www.camminamare.eu) Marco Grandacci, esperto di diritto ambientale. Mi è parso d’improvviso che in quel proverbio ci fosse molta dell’essenza stessa del nostro viaggiare. Forse persino del nostro vivere.
Vi si ritrova il senso del mettersi in cammino, la sua direzione, il suo spazio, la sua meta. Poi c’è il tempo e come lo si conta. Ma c’è anche una variabile importante e spesso negletta: con chi si cammina e non solo verso dove e con quale passo.
Andare piano, camminare insieme sono oggi propositi quanto meno irriverenti
se non apertamente rivoluzionari: significa allontanarsi - mente e corpo - dai fremiti del tutto subito, del tutto compreso, del tutto a portata di mano. Significa rinunciare alla velocità, ma anche alla solitudine, per coltivare il lusso della lentezza, della compagnia, dell’incontro. E cercare il tesoro della lontananza.
Andare lontano significa, infatti, non solo attraversare oceani o trasvolare continenti, ma approfondire conoscenze, rinunciare alla superficialità, che è di solito egoista, per arrivare all’essenza delle cose. Un’operazione che spesso apre inaspettati spazi alla solidarietà, alla condivisione, alla compagnia. Siamo nel bel mezzo di un momento che definire “difficile” è molto ottimistico e per superare il quale non ci sono ricette pronte e buone per tutti. Ma siamo di fronte anche a una sfida, a un cambiamento radicale dei nostri stili di vita, dei nostri modelli, delle nostre priorità.
Viaggiare vale sempre la pena, oltre 30 anni di questo giornale stanno lì a dimostrarlo. Come viaggiare bene, oggi, è invece qualcosa che dobbiamo ancora imparare a fare insieme, magari ponendo tra le nostre motivazioni al metterci in cammino anche nuovi fattori: come la voglia di compagnia (Cuba attraverso la sua musica; a pag. 38), il bisogno di contatto con la natura (l’Amazzonia profonda e rispettata; a pag. 24), la necessità di lentezza (in bici o in canoa lungo il Sile; a pag. 118), la ricerca di radici (Berlino a 20 anni dalla caduta del muro; a pag. 12), l’interesse per la civiltà degli altri (la Birmania più segreta; a
pag. 142) e tanto altro ancora.
Nicoletta Salvatori

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi