ALP

Dir. Resp.: Linda Cottino

mensile

ISSN: 771722-782000

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,50 euro

Editore: Vivalda Editori

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

ALP
mensile
numero di
maggio 2009

SOMMARIO


pALPfiction
opinione TOUAREG E GUIDE ALPINE
Face off GIORGIO DAIDOLA - MATTEO EYDALLIN
arrampicata IL FATIDICO 9A
protagonisti
DIECI DOMANDE A GIANLUCA DANIELE
himalaya MAKALU IN INVERNO. SIMONE MORO RISPONDE A ROBERTO MANTOVANI
eventi PIOLET(S) D’OR 2009 di Carlo Caccia
alpinismo LA STAGIONE D’ORO DEL TORRE
di Carlo Caccia
culturEmedia VITE PARALLELE di Alberto Paleari
SCIALPINISMO IL MIO MEZZALAMA
L’INCHIESTA EURO & SPIT. ESISTE UN TURISMO DELL’ARRAMPICATA?
ALPINISMO / ARRAMPICATA Costa d’Amalfi 2
POSITANO ROCK TRIPdi
Presolana
PICCOLE STORIE AL COSPETTO DELLA REGINA di Maurizio Panseri
MANUELA DI CENTA & FABIO MERALDI
doctor Alp RESPIRARE IN ALTA QUOTA
materiali LE CORDE VISTE DALL’INTERNO
splendida giornata S.O.S. - SEX ON SNOW
luoghi non tanto comuni PALINURO
comics L’ABOMINEVOLE MAIALE DELL’HYMAIALA5

 

Le stagioni intermedie, in montagna, offrono l’opportunità di spaziare tra molteplici proposte e attività. Per questo ALP+ esce con un numero ricco, denso e pregno di contenuti, immagini e testi, spigolature e idee.
Si parte con lo scialpinismo del Trofeo Mezzalama, affrontato però da un punto di
vista insolito. Se le gare sono fatte da campioni che si danno battaglia sul filo dei secondi, il Trofeo Mezzalama offre un punto di interesse maggiore per il fatto che la sua storia, il percorso e la lunghissima tradizione ne hanno fatto una classica in grado di focalizzare l’attenzione non solo degli scialpinisti da tutine, ma a tutti gli appassionati di montagna in generale. ALP dà quindi spazio agli atleti che partecipano alla gara con il solo obiettivo di arrivare in fondo e di divertirsi. Sono uomini e donne che oltre alle tutine, hanno una storia personale, una vita e un lavoro. ALP racconta il loro “lato B”.
Tocca poi all’inchiesta di ALP che in ogni numero approfondisce alcune delle più
spinose questioni del mondo verticale. Questa volta, sotto la lente di ALP è finita l’eterna diatriba tra Euro e spit. Esiste un turismo dell’arrampicata che porta denaro e risorse laddove vanno i climbers? Tra esempi virtuosi, località rimandate e altre decisamente bocciate, Lorenzo Scandroglio ha raccolto le parole degli amministratori pubblici che maggiormente hanno capito la ricaduta economica di una bella falesia, sull’economia locale.
E poi si giunge alla roccia vera, quella scaldata dal forte sole primaverile. Si conclude, con la seconda e ultima puntata, il rock trip ad Amalfi. Poi si risale a nord al cospetto della Regina, la Presolana, raccontata attraverso piccole storie, aneddoti intimi e racconti personali di un grande local: Maurizio Panseri. Restando in area bergamasca, si scende leggermente di quota per giungere a Cornalba, la principale palestra di arrampicata della zona. ALP, però, non si ferma lì e procede oltre Cornalba, nel celebre “inferno delle reglette”, scoperto dal compianto Camòs. Infine, un viaggio oltreconfine, nel tedesco Frankenjura, dove si trovano alcune delle vie di maggior difficoltà del mondo, tra cui la mitica Action Directe, il primo 9a mai liberato.
I personaggi di questa edizione di ALP sono una coppia, skyrunner e sci alpinista lui, campionessa di fondo e plurimedagliata olimpica lei: Fabio Meraldi e Manuela Di Centa visitati per l’occasione da Linda Cottino che davanti a un bicchiere di rosso e qualche fetta di bresaola si è fatta raccontare un po’ di aneddoti sulle rispettive carriere, sulla salita all’Everest nel 2003 e soprattutto sul recente coinvolgimento in politica di Manuela.
E ancora le rubriche di attualità con le news dal mondo verticale, le novità in campo culturale, la vignetta di Caio, la posta del cuore “Quori in cuota”, una piccante “Splendida giornata”, i “Luoghi non tanto comuni” di Alberto Paleari, i materiali e Doctor ALP.

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi