Meridiani

Dir. Resp.: Remo Guerrini

bimestrale

ISSN: 9-771120-804007

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,20 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Meridiani
bimestrale
numero di
giugno 2009

San Francisco

SOMMARIO


Portfolio Tramways
Cronologia San Francisco in dieci date
Musiche Formidabili quegli anni 60
Obama people Fratello sole, sorella erba
Cultura Flower Power
Film Nuovo cinema Frisco
Pionieri Italians
Università Le scuole dei Nobel
Rivoluzioni Il giorno che inventarono i Blue Jeans
Etnie Provincia di Canton
Terremoti Aspettando Big One
Valley-1 Nella valle del silicio
Valley-2 Napa & Sonoma. Sulle strade dell’uva yankee
Panorami Uno sguardo dai ponti
Scienza La madre di tutti i musei
Musical Babilonia on the beach
Alcatraz resort
Gente Mister Chronicle
GUIDA
Percorsi:
1. Caccia agli edifici culto
2. Tre mete al di là della baia
3. Sulla strada per i parchi di Big Sur


 

San Francisco
In una recentissima classifi ca delle città più “fotografate” del mondo – redatta
dai ricercatori della Cornell University e basata su 35 milioni di foto scaricate
da Flickr, il sito Internet dove ognuno può “imbucare” le proprie immagini – San Francisco è salda al terzo posto. Dietro a New York e Londra, certo, ma davanti al resto del pianeta con tutte le sue meraviglie, da Roma a Parigi, da Venezia a Madrid… Personalmente tutto ciò non mi stupisce, perché parliamo di una città che ha riempito e continua a riempire i sogni di moltissima gente, e ogni generazione ci ha visto nascere le proprie leggende: i beatnik degli anni Cinquanta, i fi gli dei fiori degli anni Settanta, i cyberpunk degli anni Novanta. Una città che oggi è la capitale della rivoluzione verde, e i cui panorami sono negli occhi e nella memoria di ognuno. È per questo che abbiamo intitolato “Città di emozioni”
questo numero di Meridiani. Poi, quando è giunto il momento di preparare i titoli per la copertina, che di solito sono tre o quattro, ci siamo smarriti: erano troppe le suggestioni delle quali eravamo preda. Così abbiamo scelto una soluzione inedita. A volte basta una sola parola, per far scattare appunto
un’emozione, e noi ne abbiamo messe in fila il più possibile: da Alcatraz a Hippie, da Silicon Valley a Golden Gate, da Chinatown a Levi’s, da Sushi a Cable
Car, da Berkeley a Callaghan (sì, l’ispettore Dirty Harry, le cui avventure si
svolgono tutte in questa città). Fino al musical “Beach Blanket Babylon” che
ha per protagonista San Francisco, sì, ma tutto nell’incredibile cappello che
vedete nella foto.
Remo Guerrini

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi