ALP Grandi Montagne

Dir. Resp.: Linda Cottino

semestrale

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,50 euro

Editore: Vivalda Editori

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (29)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (4) >>
378 Recensioni
 

ALP Grandi Montagne
semestrale
numero di
agosto 2009

42 Dolomiti tra Cortina e Cadore

SOMMARIO


Al cuore delle Dolomiti orientali
Ottanta cime selvatiche
Intervista a Paolo Beltrane
“Lasciateli stare!”
Un paradiso arcaico
La foresta di Somadida e i suoi cani
Intervista a Rolly Marchi di Roberto Mantovani
I pionieri e gli inizi
Comici e Livanos
Castiglioni e Tutino
Intervista a Marcello Bonafade
Intervista ad Alziro Molin
Intervista a “Icio”Dall’Omo
Intervista a Piero Valmassoi
Intervista a Gigi Dal Pozzo
Intervista a Renato Panciera
Mauro Valmassoi,Ferruccio Svaluto, Moreolo e Renato Peverelli raccontano
Intervista a Diego Stefani
Un ricordo di Giovanni Cenacchi e Giuliano De Marchi
Giovanna Zangrandi e la vita vera di Paola Lugo
Biblioteca Antelao,Sorapiss e Marmarole
SCHEDA GIALLA Tra Cortina e il Cadore
Geometria analitica nelle crode di Andrea Piccin
LE TRACCE DI ALP Antelao,Sorapiss e Marmarole nella raccolta di ALP

 

A un mese di distanza dall'inserimento delle Dolomiti tra i Patrimoni Mondiali dell'Umanità Unesco, esce in edicola una monografia di ALP dedicata al massiccio più selvaggio e forse più incontaminato dei Monti Pallidi.
Le Dolomiti tra Cortina e Cadore, ovvero i massicci delle Marmarole, dell'Antelao e del Sorapiss, sono entrate a far parte della prestigiosa collana di ALP dedicata alle montagne più affascinanti del mondo. Si tratta di una zona ad alto tasso di wilderness, con pareti, creste e guglie di notevoli dimensioni e di rara bellezza, dove l'evoluzione alpinistica è proceduta lontana da clamori e pubblicità, pur toccando livelli di assoluto rispetto. A due passi da Cortina, dunque, non è difficile avventurarsi su un terreno tutto da esplorare.

Il numero si apre con un articolo firmato da Luca Visentini, frequentatore di queste montagne sin dall'infanzia, che disegna un profilo insolito delle "Ottanta cime selvatiche". Si prosegue con un'intervista a Paolo Beltrame, il "riesploratore" che ha da poco dato alle stampe un libro-guida sulla zona. Stefano Ardito firma un reportage escursionistico nella valle più facilmente accessibile del massiccio: l'alta Val da Rin, nel nord est delle Marmarole, tra rifugi e bivacchi che portano il nome di personaggi che hanno fatto la storia di questa regione, come il pittore Tiziano Vecellio e, in annmi assai più vicini a noi, dei mitici fratelli Fanton. A Franco Michieli è affidato il capitolo sulle escursioni più difficili, a metà strada tra il camminare e l'arrampicata facile. La parola passa poi a Rolly Marchi, giornalista, scrittore, cortinese d'adozione, che racconta l'ultima scalata di Dino Buzzati effettuata insieme al cospetto delle cime che scorrono tra le pagine del fascicolo.
Un po' di storia. Dai contadini e pastori pionieri dell'alpinismo, in breve tempo si giunge ai fuoriclasse del sesto grado come Emilio Comici, Georges Livanos ed Ettore Castiglioni, che qui trovarono pane per i loro denti. I protagonisti dei nostri giorni invece sono personaggi curiosi e variegati come Maurizio "Icio" Dall'Omo, Piero Valmassoi, Gigi Dal Pozzo, Ferruccio Svaluto Moreolo, Diego Stefani e Renato Panciera, senza dimenticare due illustri alpinisti scomparsi come Giovanni Cenacchi e, più recentemente, Giuliano De Marchi.
A chiudere il numero, oltre alle rubriche di meteorologia di Luca Mercalli e a quella di geologia, un'ampia scheda gialla con tutte le informazioni pratiche firmate dai principali conoscitori dei massicci, con 8 escursioni di un giorno, 4 traversate di più giorni, 5 ascensioni di alpinismo facile, 4 vie d'arrampicata e 3 falesie.

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi