ALP

Dir. Resp.: Linda Cottino

mensile

ISSN: 771722-782000

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,50 euro

Editore: Vivalda Editori

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

ALP
mensile
numero di
agosto 2009

Alpinismo Pop

SOMMARIO


message in a bottle
quori in cuota
pALPfiction IO NON CREDETTI ALLA LOTTA CON L’ALPE
opinione MOSCHETTONI MORTALI
Face off ALBERTO GNERRO - SILVIO "GNARO" MONDINELLI
himalaya L'ULTIMO GIOIELLO DEL KAZAKO D'ACCIAIO
alta quota AUTOSUFFICIENTI, SEMPRE
ricordi «IL NOSTRO AMICO GIULIANO DE MARCHI»
al verde ALPI ORFANEdi
società AGENZIE ALPINE E GUIDE DI VIAGGIO
culturEmedia PEDALATE VERTICALI
ALPINISMO POP
Monviso CLASSICO ROCK POP
Monte Rosa ROSA POP
Weissmies PANORAMI A PIENE MANI
Similaun
GAETA: GRAN TRITTICO BLU
L’INTERVISTA FRANCO NICOLINI
doctor Alp
ALPINISTI SI DIVENTA
materiali PICCOLI ACCORGIMENTI, GRANDI SICUREZZE
splendida giornata LA FORZA DELL'AMORE
luoghi non tanto comuni
LA DENT BLANCHE
comics L’ABOMINEVOLE MAIALE DELL’HYMAIALA7

 

Una domenica di luglio sul Monte Rosa. A guardar giù dalla cima del Castore,
gli scenari si animano. Là dove la visuale spazia, sia a ovest verso il ghiacciaio di Verra e i Breithorn, il Polluce e Roccia Nera, sia a nord est verso il cuore del massiccio, con i Lyskamm, la Parrot, la Gnifetti e le altre, puoi scorgere innumerevoli viaggiatori dei ghiacciai, silhouettes che si accalcano sulle roccette di cresta del Polluce, oppure lente cordate che
ordinatamente salgono sui più facili pendii in quota. Puoi imbatterti in solitari, slegati, come in gruppi vagamente sgarruppati, o al contrario in alpinisti attrezzati di tutto punto, carichi di giganteschi zaini che neppure per una spedizione himalayana. Alpinismo pop. Pop come popular, cioè generalista, dilatato, di massa. Sembra strano parlare di “massa” per un’attività di cui ciclicamente si celebra la fine; l’alpinismo è morto, si sente dire volentieri. E nemmeno noi ci sentiamo troppo bene, viene da aggiungere. Ma l’alpinismo pop, perdonate il bisticcio, invece spopola, e appassiona. Con i rifugi pieni (di stranieri perlopiù, è vero), con le tracce animate sulla neve, gitanti di giornata, amanti della montagna e degli scenari glaciali. In fondo l’avventura ognuno se la cerca come può e dove vuole.
A questo alp-pop abbiamo dedicato il numero estivo che avete tra le mani. Leggero come una musica. Libero. E impreziosito qua e là da alcune chicche. Come l’intervista a Franz Nicolini, le cui imprese contraddistinte dalla velocità sono invece sicuramente rock, e il Trittico Blu di Gaeta, che se le spiagge “anche no, grazie”, potreste sempre farvi deliziare dal traverso a pelo d’acqua più lungo della Terra.

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi