Meridiani

Dir. Resp.: Remo Guerrini

bimestrale

ISSN: 9-771120-804007

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,20 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Meridiani
bimestrale
numero di
ottobre 2009

Giordania

SOMMARIO


Portfolio The Queen
Il tempo che fa Tre zone climatiche
Amman La capitale che verrà
Wadi Rum/1 Un tè nel deserto
Wadi Rum/2 Corda & kefiah
Dinastie La stirpe di Hashem
Archeologia/1 La fortezza eterna
Archeologia/2 Gli scavi infiniti
Società Nuove donne ad Amman
Cinema Marte? No, Wadi Rumi
Jerash Ben Hur adesso abita qui
Salute Il fango delle meraviglie
Luoghi biblici/1 Le strade del libro
Luoghi biblici/2 L’ombra del Battista
Natura Verde Giordania
Lavori in corso Aqaba in progress
Restauri Un dottore per Petra
Acqua Oro blu
Gente Sua Altezza, il modernizzatore
GUIDA
Percorsi: 1. Bellezze classiche ad Amman
2. Le riserve di oggi e di domani
3. Le fortezze a presidio del deserto

 

Non è molto frequente per un giornale come il nostro, vocato da sempre al viaggio e alla scoperta del mondo, dedicare un servizio molto ampio, addirittura il portfolio d’apertura, a un solo personaggio.
Però crediamo che le 18 pagine delle quali è protagonista la regina Rania siano pienamente giustificate e non rappresentino uno scadere nella quotidianità da rotocalco.
Sua Altezza è oggi l’icona di un Paese, islamico e moderato, in viaggio accelerato verso il futuro, e ci è sembrato giusto eleggerla a simbolo, nel modo
in cui l’abbiamo fatto.
Questa è, d’altra parte, la chiave che abbiamo scelto per interpretare la Giordania, in questo numero di Meridiani.
Un Paese che sta andando oltre le (pur seducenti) cartoline di Petra o del Giordano, che conosciamo da tempo, e che sta disegnando una capitale proiettata nel terzo millennio.
Un Paese che scava nel proprio passato (recuperando i luoghi biblici e i castelli crociati), ma che cerca di costruire un proprio particolare futuro. Tutti servizi che abbiamo realizzato seguono quest’ottica: la Giordania che guarda davanti a sé.
Un’avvertenza: come sempre succede, quando ci si occupa di luoghi e nazioni che non hanno la nostra lingua e il nostro alfabeto, ci si trova di fronte al problema della traslitterazione. Come chiamare il sovrano? Abd Allah, o Abdallah, o Abdullah? E la grande area protetta al sud è Wadi Ram, o Wadi Rum, o Wadi Ramm? Noi abbiamo fatto scelte di buon senso e di leggibilità, affidandoci anche a pubblicazioni uffi ciali. E soprattutto abbiamo cercato di seguire la regola dell’omogeneità. Scelta una grafi a, abbiamo applicato sempre quella. Dunque, buon viaggio nel Paese di Rania.

Remo Guerrini

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi