ALP

Dir. Resp.: Linda Cottino

mensile

ISSN: 771722-782000

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,50 euro

Editore: Vivalda Editori

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

ALP
mensile
numero di
ottobre 2009

SOMMARIO


pALPfiction BASTA DIRE FESSURIE!
opinione UN’ALTRA ESTATE È FINITA
quori in cuota 6 / photogallery
Face off a cura di mms MATTEO DELLA BORDELLA - ALESSANDRO GOGNA
himalaya TRAGUARDO ANNAPURNA
competizioni ROCK MASTER VERSO I MONDIALI
skyrunning DI CORSA SUI SENTIERI
al verde VILLAGGI FANTASMI
culturEmedia INTERNATIONAL MOUNTAIN SUMMIT
L’INTERVISTA Steph Davis doctor Alp
SUPERBENZINA OSSIGENO
tecnica DIVIETO DI SOSTA
splendida giornata MAL DI PANCIA, NEBBIE E STRANI INCONTRI
luoghi non tanto comuni IL ROSEG
comics L’ABOMINEVOLE MAIALE DELL’HYMAIALA 8
filmavventura EUROPEAN OUTDOOR FILM TOUR
in parete CIVETTA, SOGNI CHE SI REALIZZANO
arco PERDE LO SCETTRO MA NON IL FASCINO
personaggi HEINZ GRILL, L’ALPINISTA RITMICO
REPORTAGE Sahara
Niger ARRAMPICARE NEL DESERTO, LA VERTIGINE DELL’INFINITO
Mali CRONACA FRAMMENTARIA DI UN VIAGGIO-ARRAMPICATA

 

Roccia vicina e roccia lontana nell’ultimo numero di ALP+ in edicola a ottobre e novembre 2009. L’impresa di Alessandro Baù in Civetta e un ampio speciale su Arco, per restare in Italia. Poi i reportage dal deserto, dalla Groenlandia e dal Perù. Ciliegina sulla torta, l’intervista a Steph Davis.
Il numero autunnale di ALP+ si presenta in edicola con l’accattivante immagine di Steph Davis mentre scala su una repulsiva fessura a Moab, Stati Uniti. E, di roccia, in questo fascicolo ce n’è davvero tanta.
Si inizia con la splendida avventura solitaria vissuta questa estate da Alessandro Baù su Capitan Skyhook, sulla parete nord ovest della Civetta. Il giovane scalatore padovano racconta di proprio pugno la storia di un sogno verticale che si realizza. Restando in Italia, lo speciale dedicato ad Arco di Trento ci introduce nella comunità formata dai climber provenienti da ogni angolo del mondo che qui si sono trasferiti per vivere di arrampicata e altre occupazioni. Una rivisitazione oggi di quella che è diventata la capitale dell’arrampicata e dell’outdoor. In più, l’intervista all’alpinista “ritmico” Heinz Grill, lo scalatore bavarese che ha installato ad Arco il suo centro di studio Yoga fatto di spiritualità e… roccia: oltre 50 vie aperte con uno stile davvero particolare, intriso di pulizia, ordine e intuizione.
Si passa poi alla sezione dedicata ai reportage. Nel caldo soffocante di Mali e Niger vi sono alcune tra le più affascinanti conformazioni rocciose della terra, dove scalare è più facile di quanto si creda. Rocco Ravà, amante di deserto e conoscitore esperto della zona, descrive l’alpinismo sulle più conosciute Mani di Fatima in Mali e nei meno noti massicci dell’Aroua e del Djado in Niger. Chiude la sezione la cronaca frammentaria del viaggio-arrampicata di Alessandro Beber, che recentemente ha visitato le splendide rocce del Mali.
Dal sole del deserto ai ghiacci della Groenlandia, dove una spedizione dei Ragni di Lecco - Simone Pedeferri, Matteo Della Bordella, Lorenzo Lanfranchi e Riky Felderer - ha passato un mese l’estate scorsa alla ricerca di roccia. Il diario scanzonato della gelida avventura nel profondo e isolato nord, vissuta e raccontata in presa diretta dai protagonisti.
Per restare tra i grandi scenari naturali, dall’altra parte del mondo, in Perù, Franco Michieli rivive il viaggio-esplorazione compiuto con le giovani guide alpine peruviane attraverso le cordilleras Huallanca, Huayhuash e Raura, in 17 giorni di amicizia e solidarietà, alla ricerca di nuovi scenari fatti di montagne aspre e vasti ghiacciai.
Si giunge all’intervista alla protagonista della cover Steph Davis, una virtuosa tra musica, letteratura, arrampicata e volo. Dalla passione per il pianoforte a quella per la roccia fino all’adrenalina del base jump, la lady di ferro statunitense si rivela.
E come in ogni numero, la sezione delle rubriche lancia uno sguardo peculiare sul mondo verticale. L’attualità con l’intervista all’alpinista coreana Oh Eun-Sun, rivelazione assoluta della corsa rosa ai 14 Ottomila, dove potrebbe diventare la prima donna a emulare Reinhold Messner. Seguono le novità in campo culturale. Il Face Off mette a confronto due protagonisti dell’alpinismo puro e duro come Matteo Della Bordella e Alessandro Gogna. Ancora, i corsivi taglienti dei columnist e i cuori infranti degli innamorati nell’aria sottile, oltre alla photogallery e l’immancabile vignetta di Caio.
Medicina, Tecnica, Luoghi non tanto comuni e la Splendida giornata chiudono la rivista.

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi