Meridiani

Dir. Resp.: Remo Guerrini

bimestrale

ISSN: 9-771120-804007

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,20 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Meridiani
bimestrale
numero di
dicembre 2010

New York

SOMMARIO


Portfolio La città trasparente
Skyline I signori della luce
Central Park Urban wildlife
Ground Zero Work in progress
Downtown Glamour
Spiagge Tutti al mare
Uomini & cani Dogs and the City
Uomini & ratti Topolinia
Speciale Foto ricordo
Pugilato Figli di Rocky
Musica Una metropoli che suona
Scrittori American typewriter
Tendenze Strass, paillettes e un po’ di strip
Miti Born to run
Comunità Gente che va, gente che viene
Mercatini Lo shopping in strada
Itinerari: nel Bronx, a Brooklyn, nel Queens

 

Si può raccontare a proposito di New York – cui meridiani ha già dedicato ben tre numeri, uno dei quali, nel dicembre 1988, fu proprio il secondo della nostra
storia – si può raccontare, dicevo, qualcosa di nuovo? Oppure tutto è già stato scritto, fotografato, ripetuto? Che lo si possa fare è dimostrato proprio dal giornale che avete iniziato a sfogliare. New York è infatti una metropoli in eterno movimento, la città che non dorme e che si rinnova di continuo: ci torni
dopo qualche anno e hai negli occhi panorami inattesi, volti inediti, tendenze emergenti. È proprio in questo senso che abbiamo lavorato nei mesi scorsi. Ecco allora – in una “città che sale” – il portfolio dedicato a straordinari edifi ci, costruiti da pochissimi anni, con nuove tecniche e soprattutto nuovo spirito: la trasparenza del cristallo che sostituisce l’opacità del cemento e del ferro. Ecco una Downtown completamente ridisegnata, che diventa moderna e luccicante e fa dimenticare la brutta immagine del passato: Soho, Tribeca, Meatpacking District… Ecco Ground Zero che, seppur lentamente e faticosamente, si tira su, griffato dalle più grandi fi rme dell’architettura mondiale, da Rogers a Foster…
Ecco la capitale multietnica, che è arrivata ormai a sentire, nelle proprie strade, l’eco di ben 800 diverse lingue! E i luoghi classici, dall’Empire State Building a Times Square? Ve li proponiamo con un gioco. New York è la città più fotografata del mondo (il servizio che lo documenta, con tanti numeri, è a pagina 72), e dunque siamo andati a fotografare quelli che fotografano. Un reportage nel reportage. Speriamo vi piaccia e vi diverta.

Remo Guerrini

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi