Meridiani

Dir. Resp.: Remo Guerrini

bimestrale

ISSN: 9-771120-804007

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,20 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Meridiani
bimestrale
numero di
maggio 2011

Norvegia

SOMMARIO


Fiordi
Paesaggi Il grande rastrello
Vichinghi Le spade e le navi
La capitale Un balzo nel futuro
Monarchia H7
Petrolio & Welfare Benvenuti in Paradiso
Premi And the winner is ...
Architettura Chiese da favola
Natura Luci del Nord
Buongusto Non solo stoccafisso
Esplorazioni Fram, gelida signora
Capo Nord Vista sul Polo
Animali Lo zoo glaciale
Scienza Noè abita qui
Ricerca Aringhe Hi-Tech
Sport L’eredità di Sondre
Treni Hardangerjokulen
Gente Cinema... full time
Itinerari
Le isole
La costa
Le città

 

“Benvenuti al Nord”. Il titolo della nostra sovracopertina riecheggia in parte il titolo di un servizio all’interno di questo numero di Meridiani, che potrebbe
sembrare eccessivo e provocatorio: “Benvenuti in paradiso”. Il rischio c’è, e lo ammettiamo. Poi però andiamo a vedere come si sta in Norvegia, chiarendo subito che il termine “stare bene” non sottintende soprattutto cibo, donne, musica e auto, come la pensa la maggior parte di noi nel Bel Paese, ma qualcosa di più approfondito… e allora ci renderemo conto che la Norvegia si avvicina davvero al concetto di Paese ideale. D’altra parte, lo indicano chiaramente le classifiche mondiali − molte volte ribadite − dell’indice di sviluppo umano, secondo l’Onu: la Norvegia è proprio lo Stato in cui si vive meglio. In questa classifica, che prende in esame aspettative e qualità della vita, reddito, libertà, istruzione e altri parametri, l’Italia è 23esima, e continua a scendere. Dunque, natura impavida, tolleranza civile, numero di abitanti adeguati al territorio, reddito altissimo (grazie al petrolio) ma ben distribuito. E poi un atteggiamento sociale e culturale, da parte degli abitanti, che fa invidia. Per illustrare questo editoriale abbiamo scelto un’immagine emblematica. Una bibliotechina pubblica “open air”, lungo una strada di campagna, uno scaffale non custodito dove ognuno prende e lascia i libri. Quanto durerebbe da noi? (Risposta maligna: forse molto, vista l’attenzione degli italiani per i libri). Così visitiamola insieme, questa Norvegia. Fiordi e terre selvagge, vichinghi e aurore boreali, città in sviluppo, piste da sci, velieri, Premi Nobel, e istituzioni scientifiche – come quella che salvaguarda il patrimonio vegetale dell’umanità – di clamoroso valore. Sarà un viaggio in un Paese davvero straordinario… Norvegia
Remo Guerrini

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi