Meridiani

Dir. Resp.: Remo Guerrini

bimestrale

ISSN: 9-771120-804007

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,20 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Meridiani
bimestrale
numero di
febbraio 2013

Alaska

SOMMARIO


Iditarod
Eroi Uomini & cani
Anchorage “Ancoraggio alla foce del Ship Creek”
Affari 7 milioni di dollari spesi bene
Memorie Sitka la russa
Nativi Centomila indiani d’Alaska
Parchi Full immersion
Ricerca I fabbricanti di aurore...
Letture La bottega del liquorista
Animali Koda & co
No limits Barrow Experience
Aleutine Inferno e paradiso
Volare On the Rocks
Avventura Oro!
Juneau La città con gli stivali
McKinley Il gigante
Alaskan malamute L’incredibile Hulk delle nevi
Gente Sarah barracuda
Guida
La mappa dell’Alaska

 

Anche in un mondo dove i satelliti consentono di ficcare il naso perfino in ogni casa (vero Google Maps?), dove centinaia di canali televisivi portano l’altrove sullo schermo del nostro computer e della nostra televisione, e dove tutto sembra già visto e detto, ebbene in questo mondo rimangono pur sempre alcuni luoghi del cuore. O della mente. Comunque dell’immaginario. Da qualche anno Meridiani dedica il primo numero dell’anno a una di queste mete: lo abbiamo fatto con la Mongolia e la Siberia, ed ora ecco l’Alaska. Avevamo un timore, quello di rimanere vittime dello stereotipo: cani, slitte e corsa all’oro! E ghiaccio, naturalmente. Invece ci siamo trovati in un grande Paese (fa da solo un terzo degli Usa) ricco anche di colori e di storie, come quelle di Sitka la russa, di Juneau, la capitale probabilmente più piccola del mondo, di Anchorage con i suoi grattacieli di cristallo, delle isole Aleutine di ghiaccio e di fuoco, degli splendori del parco del Denali e del gigante d’America, il monte McKinley. Abbiamo volato con i “bush pilot” (in Alaska c’è il maggior tasso al mondo di gente che vola, anche perché le strade non ci sono), frugato il cielo con le antenne della misteriosa base dell’Haarp, trascorso una notte di trenta giorni nell’inquietante Barrow. E poi, naturalmente, percorso le strade della Iditarod di oggi e di ieri. Luogo dell’immaginario, dicevamo: tanto che abbiamo deciso di ripubblicare anche un piccolo stralcio de “I minatori dell’Alaska”, romanzo quasi cronaca-in-diretta (uscì nel 1900) di Emilio Salgari. Che cosa ne poteva sapere un italiano, di quei posti? Ne sapeva, ne sapeva. Pensate che Fairbanks – la seconda città del Paese – è stata fondata nel 1902 da un “certo” Felice Pedroni, di Fanana, provincia di Modena!
Remo Guerrini

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi