L'Eco delle Dolomiti

Rivista semestrale di natura, sport, turismo e cultura

Dir. Resp.: Mariapia Ciaghi

semestrale

ISSN: 1970-3104

distribuzione principale: solo abbonamento

prezzo: 10,00 euro

Editore: Il Sextante

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
380 Recensioni
 

L'Eco delle Dolomiti
Rivista semestrale di natura, sport, turismo e cultura
semestrale
numero di
giugno 2013

Tour de Pologne

SOMMARIO


Editoriale
WONDERLAND Terra delle Meraviglie
Speciale TOUR DE POLOGNE
Due tappe sulle strade trentine con le mitiche salite dolomitiche
Intervista a Czesfaw Lang
Pedalando verso il cielo
Intervista a Francesco Maser
Vittoria ai piedi dei monti Tatra: intervista a Mareno Maser
Primavera in montagna
Ottava edizione del festival dell'economia: La democrazia in crisi: più regole ai politici e ai mercati
Risonanze Un gallo tra i fiori
Le Montagne invisibili dell'Altai
La professione di "soccorritore"
42a Targa d'Argento Premio Intemazionale di Solidarietà Alpina
Lidea del ciclismo
Val di Fiemme, artisti in quota: Hidetoshi Nagasawa e Giampaolo Osele
Medicina Integrata: la svolta epocale parte dal centro di Pitigliano

 

Nessuno ha di se stesso
l'impressione che gli altri hanno di
lui (...). Ero solo un individuo,
e un individuo non è nulla in una
moltitudine di creature.
J. Boswell, On the Grand Tour


Si può parlare di comprensione del diverso, se il viaggio non conduce tanto verso affermazioni valide riguardo alle caratteristiche del Paese e del popolo visitati, quanto, piuttosto, rende accessibile il terreno dell'Io interiore, della nostra sfera intima sviluppatasi nel corso
della storia dell'umanità?
In una logica interculturale, i processi di socializzazione hanno per obiettivo la valorizzazione delle diversità, dove le differenze sono chiamate a convivere, a confrontarsi, e a creare uno spazio politico che continuamente è esortato a ridefinirsi e a ridefinire le regole dell'agire e del comunicare. L'Eco delle Dolomiti si propone quindi di trascinare e coinvolgere il lettore/viaggiatore in una forma di mobilità che diventa occasione di riscoperta non soltanto dello spazio esterno ma anche della propria interiorità.

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi