Meridiani

Dir. Resp.: Remo Guerrini

bimestrale

ISSN: 9-771120-804007

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,20 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Meridiani
bimestrale
numero di
giugno 2016

Slovenia

SOMMARIO


Portfolio Grad
Grad Oh che bei castelli!
Media & dintorni
Lubiana/1 Città verde
Lubiana/2 Street art
Mare La riva serenissima
Postumia Draghi, trenini, valzer e presepi
Politica Di robusta Costituzione
Orsi Madi e i suoi fratelli
Kranjska Gora Slalom da favola
Lipizza I destrieri dell’arciduca
Isonzo L’inferno e il paradiso
Bere Ribula o ribolla? Pari sono
Terme La scoperta dell’acqua calda
Ptuj Un brindisi con Vespasiano
Bled Vintage asburgico
Tempo libero Bingo!
Maribor La quarta età
Gente Melania Knavs, lady Trump
Notizie e consigli
Ristoranti
Cucina
Musei
Natura
Agriturismo
Le mappe della Slovenia, di Lubiana, e di Carso e Istria

 

Così come lo conosciamo è un Paese giovane: la Slovenia è infatti indipendente (dopo il disfacimento della Jugoslavia alla fine del Novecento) dal 1991, è stata accettata nell’Unione europea nel 2004, è entrata a far parte della Nato, ha adottato l’euro nel 2007, abbandonando il glorioso tallero. Ma è anche un Paese di antiche e nobili tradizioni: era parte dell’impero romano, poi del regno ostrogoto e alla fine, dopo molte vicissitudini e per molti secoli, dell’impero austro-ungarico. È un Paese insomma che ha tanto da raccontare, per piccolo che sia: è appena più vasto della Puglia, conta due milioni di abitanti, Lubiana, la capitale “verde” (considerata una delle città più ecosostenibili d’Europa, e premiata per questo) ne ha 280 mila! Ma quando si comincia a parlarne e a raccontare, allora non ci si ferma più. Chi non ricorda i bianchi cavalli di Lipizza, resi celebri dalla scuola di equitazione di Vienna? O l’incantato lago di Bled, con il suo isolotto e l’alto castello? O lo sguardo gettato sul mare Adriatico dalle rive di Capodistria, Pirano e Portorose? O, ancora, le meraviglie delle grotte di Postumia, le più famose del mondo, 21 chilometri nel ventre carsico del Paese, che hanno già attratto 30 milioni di visitatori? In questo numero di MERIDIANI abbiamo rappresentato tutto questo, e molto altro: dall’antichissima città di Ptuj, con le radici affondate nell’età della pietra alle strade del vino del Kras (come dire il Carso sloveno), da parchi acquatici e modernissime terme allo sci invernale di Kranjska Gora, nell’alta valle del Sava, dove abitualmente si concludono le gare della Coppa del Mondo. Un gran bel viaggio.

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi