Meridiani

Dir. Resp.: Remo Guerrini

bimestrale

ISSN: 9-771120-804007

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,20 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Meridiani
bimestrale
numero di
febbraio 2017

Venezia

SOMMARIO


Portfolio Ponti d’oro
Storia Concerto d’archi
Carnevale Il dono di Falier
Giardini Com’è verde Venezia
Arte diffusa Caccia ai tesori
Itinerario James Bond “Shaken, not stirred”
Volare Quando il Lido mise le ali
Wandering lens Il cànone Serenissimo
Poveglia Horror picnic
Reliquie I collezionisti
Itinerario Hemingway Ragazzo del basso Piave
Laguna Via dalla pazza folla
La flotta Si fa presto a dire gondola
Itinerario Mekhitar Città di religioni
Sepolcri Le urne dei forti
guida
Notizie e consigli

 

Lo sapevate che al Lido di Venezia c’è l’aeroporto che, secondo gli architetti e gli storici del volo, è il più bello del mondo? E che nella laguna, a un paio d’ore di voga da San Marco, c’è l’isola di Poveglia, considerata dai fan del paranormale la più infestata di spettri di tutto il pianeta, tanto che i “ghostbuster” vengono dall’America per passarci la notte (e poi tocca ai nostri pompieri andarli a prelevare, mentre sono ormai fuori di testa)? E che nell’isoletta di Mazzorbo c’è una vigna che dà il più raro vino del mondo (e dunque anche il più prezioso)? E che in giro per canali e rii c’erano (e ancora ci sono) più di cento tipi diversi di imbarcazioni, compreso lo “s’ciopon”, un sandolo con annesso cannone per la caccia alle anatre, o la “disdotona” (supergondola da 18 vogatori) o la “vipera”, che per piccola che fosse aveva sei rematori, era velocissima e serviva ai gendarmi per correre dietro ai contrabbandieri (o ai contrabbandieri stessi, per battersela)? Queste domande non sono soltanto un esercizio da “Rischiatutto” ma servono a offrirvi una chiave di lettura per questo numero di MERIDIANI. Sì, perchè trent’anni fa il nostro primo numero era stato dedicato proprio a Venezia, e poi ce ne sono stati altri. La domanda che ci siamo posta, dunque, era semplicissima: si può dire qualcosa di nuovo a proposito della città più raccontata del mondo? Noi ci abbiamo provato, e speriamo di esserci – almeno in parte – riusciti, anche perchè noi stessi abbiamo scoperto tante cose nuove. I veneziani veri no, ovviamente, ma loro ci perdoneranno, rappresentando la “materia vivente” (sempre per tornare a “Rischiatutto”) del nostro numero.

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi