Meridiani Montagne

Dir. Resp.: Marco Albino Ferrari

bimestrale

ISSN: 9-771721-507000

distribuzione principale: edicola

prezzo: 8,20 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Meridiani Montagne
bimestrale
numero di
giugno 2017

I nuovi cammini

SOMMARIO


Echi con variazioni sul tema
Franco Michieli Inchiesta La nuova vita antica dei viandanti
Luca Gianotti Cammino dei Briganti Passi silenziosi
Luigi Dodi Guida
Wu Ming 2 Via degli Dei Il sentiero cantastorie
Valentina Scaglia Via del Sale Nel vento del mare
Davide Sapienza Via dei Silter Sotto i cieli dei padri
Melania Lunazzi Cammino delle Pievi Pievi di Carnia
Matteo Serafin Biblio «Troverai più nei boschi che nei libri...»
Luigi Dodi Vetrina

 

Nel suo uso corrente, la parola escursionismo (dal latino ex currere, ovvero andare fuori”, “porsi fuori”) è tradizionalmente legata alla frequentazione della montagna. L’escursionismo nasce nella seconda metà dell’Ottocento e si diffonde soprattutto grazie alle élite borghesi in cerca di esperienze dirette con i grandi scenari alpini. Quell’“andare fuori”, quel “porsi fuori” ha dunque a che fare strettamente con l’alterità della quota, luoghi stranianti e fuori dal mondo consueto. La viandanza, o i “nuovi cammini” – di cui parliamo in questo numero – hanno invece tutt’altra origine, e sono figli di una cultura prettamente postmoderna e attualissima. Si tratta in genere di lunghi itinerari a tappe, spesso da borgo a borgo, che attraversano interi territori su vecchi percorsi riscoperti. Percorsi che hanno sempre un tema di fondo, un’antica traccia da seguire o una pagina di storia da approfondire. Pellegrinaggi religiosi sulle tracce di un santo, vie di commercio medievali o legate a particolari eventi del passato. Dunque un camminare che sta dentro il mondo e la storia, e che con la pura ricerca dell’alterità della montagna non ha molto a che fare. Il Cammino di Santiago de Compostela, ovviamente, è l’ideale progenitore di questi cammini. Ed è infatti sulla scorta di quell’esperienza vissuta felicemente ormai da milioni di persone che sono nati numerosi altri cammini, soprattutto nella Penisola italiana così ricca di specifici paesaggi culturali. In questo numero abbiamo selezionato cinque percorsi distribuiti tra Appennino e Alpi, che nel loro insieme mostrano le diverse accezioni assunte dalla parola viandanza. Si vedrà come i “nuovi cammini”, prendendo di volta in volta diverse connotazioni culturali, siano un modo per conoscere ciò che ci circonda. E, nel protrarsi lento dei giorni a piedi, anche per conoscere ciò che siamo.

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi