Meridiani

Dir. Resp.: Remo Guerrini

bimestrale

ISSN: 9-771120-804007

distribuzione principale: edicola

prezzo: 6,20 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
381 Recensioni
 

Meridiani
bimestrale
numero di
agosto 2018

Sardegna

SOMMARIO


Portfolio Selvaggio blu
Selvaggio Blu Le discese ardite e le risalite
Media & dintorni
Graffiti
Cagliari Oh che bel casteddu
La Maddalena Wilderness & happiness
Agnata L’angolo nascosto di Faber
Castelsardo Le pietre dei Doria
Nuraghi Chiedi ai ciclopi...
Tombe di giganti L’eleganza degli orchi
Domus de janas Le case delle fate
Bandiere Blu 2018 Quando una spiaggia è Doc!
Viti & vini Un sorso di Mediterraneo
Calici scelti
Sassari Lo stile del Capo di Sopra
Migrazioni Genova per noi
Lame Mai più senza resolza...
Fiori & frutta Il verde di una volta
Trenino Verde Sardinian graffiti
Guida a cura

 

Credo che, a nome di gran parte della stampa italiana, qui si debbano scuse alla Sardegna. Una terra, cioè, cui le copertine vengono riservate generalmente da maggio ad agosto (come dire: questo è un posto da sapore di mare). Cosa che, nella fattispecie, stiamo facendo anche noi. Ma se esiste una terra che nel profondo ha un fascino che sboccia in tutte le stagioni, primavera, estate, autunno e inverno, questa è proprio la Sardegna. Ed è tenendo ben presente tutto ciò che abbiamo costruito questo nuovo appuntamento di MERIDIANI. Dunque, da una parte, la (forse) inevitabile suggestione stagionale di un’isola che effettivamente ha ben poco da invidiare a qualsiasi altra meta mediterranea e oltre (l’arcipelago della Maddalena; o le 43 spiagge che per il 2018 possono far sventolare sugli arenili la Bandiera Blu; oppure San Pietro & Sant’Antioco o i luoghi dello snorkeling). Ma anche, d’altra parte, i temi di un fascino che va oltre le stagioni. Così abbiamo scelto di raccontare i giardini ottocenteschi, oggi rivisitati e tutti da scoprire, o la nobiltà dell’antica Sassari. Per non dire dell’arte del coltello più prezioso e multiforme del mondo, o dei vini prodotti grazie a vitigni le cui radici affondano nella storia del Mediterraneo. In particolare, poi, abbiamo dedicato approfondimenti ad alcuni temi che marcano decisamente l’identità di questa straordinaria terra: la preziosissima archeologia preistorica (altro che Stonehenge, date una occhiata alla carta a pagina 66!), o il sontuoso trekking del Selvaggio Blu, che non mi pare abbia pari in Europa. What else? come si dice in pubblicità.

visita il sito >>

 

Filippo Zolezzi