Meridiani Montagne Speciali

Gli speciali di meridiani Montagne

Dir. Resp.: Marco Albino Ferrari

bimestrale

ISSN: 77182517653

distribuzione principale: edicola

prezzo: 8,50 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (29)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (4) >>
378 Recensioni
 

Meridiani Montagne Speciali
Gli speciali di meridiani Montagne
bimestrale
numero di
dicembre 2018

Ciaspole e sentieri invernali sulle Dolomiti

SOMMARIO


 

A chi ama la montagna d’inverno e non obbedisce al richiamo conformista delle piste di sci; a chi preferisce neve fresca, piccole tracce, silenzio, e la libertà degli spazi senza confini piuttosto che limitazioni artificiali, biglietti, code, folla, impianti e cannoni spara neve che divorano energia; a chi sa cogliere la poesia di un bosco addormentato nel gelo e la soddisfazione di guadagnarsi la meta con le proprie forze… a tutti costoro dedichiamo questo numero di “Cammini”. I Monti Pallidi, che nella stagione fredda diventano ancora più magici perché poco battuti (al di fuori dalle centrali del turismo), offrono intere vallate da scoprire lungo sentieri e itinerari alternativi, anche di più giorni, come quelli che proponiamo nelle Dolomiti di Sesto, nel Cadore e nel Gruppo di Brenta. Soprattutto camminando in Cadore si potranno vedere le ferite inferte nelle foreste dal passaggio della perturbazione durante la notte tra il 28 e il 29 ottobre. Ferite mai viste a memoria d’uomo. Ancora una volta la montagna si rivela un indicatore palese di ciò che sta accadendo al nostro pianeta: con il ritiro dei ghiacciai, e ora anche con le foreste spazzate dal vento, gridano a tutti noi l’allarme (anche se l’uomo più potente della terra continua a negarlo). Dati i successi crescenti di diffusione in edicola, gli speciali “Cammini” il prossimo anno si emanciperanno dall’ala di Montagne e andranno a costituire una propria testata indipendente. Non più numeri speciali, dunque, ma una nuova rivista a sé, cambiata, ampliata, rafforzata anche nella periodicità. E con un nuovo direttore, l’esperto e stimato Marco Casareto, al quale indirizzo i miei migliori auguri di buon lavoro.

 

Filippo Zolezzi