Meridiani Montagne Speciali

Gli speciali di meridiani Montagne

Dir. Resp.: Marco Albino Ferrari

bimestrale

ISSN: 77182517653

distribuzione principale: edicola

prezzo: 8,5 euro

Editore: Editoriale DOMUS

 

  Home Editoria

le Testate che collaborano (31)>>
I PERIODICI IN EDICOLA (5) >>
380 Recensioni
 

Meridiani Montagne Speciali
Gli speciali di meridiani Montagne
bimestrale
numero di
luglio 2006

Karakorum. La via dell K2 N°3

SOMMARIO


Verso la grande piramide

Il "paese dei puri"

Dal Mare Arabico al K2, le principali cime del Karakorum

Una piramide perfetta

Il duvet di Gallotti

Da Bardumal a Urdukas

Sassi, sabbia e alte pareti

La "Sindrome di Stendhal"

 

la copertina
Di come gli stereotipi legati alla montagna perseverino nell'immaginario, riuscendo persino a scavalcare i decenni e a ignorare trasformazioni culturali, ne è un esempio significativo proprio il K2. Nel nostro Paese la seconda cima della Terra, che si erge sopra un remotissimo ghiacciaio agli "antipodi" di Roma, rimane dopo mezzo secolo dalla prima salita di Lacedelli e Compagnoni soprattutto un sim¬bolo patriottico: la "Montagna degli italiani". E a occupare gli scaffali delle librerie e la stampa nazionale, continua la stucchevole polemica sulle ultime ore fatali di quella sera del 30 luglio 1954 (a pag. 52 riassumiamo i fiumi di inchiostro versato sul tema). Ma il tempo, anche se per il caso K2 lo si ignora, per fortuna passa. E allora noi di Montagne con Lorenzo Cremonesi e l'inviata Paola Radaelli abbiamo tentato di raccontare un altro K2, una montagna per certi versi inedita: non solo la celebrazione di grandi conquiste alpinistiche - dalle esplorazioni di Conway ai record di Yamanoi - ma uno spunto per camminare in luoghi disabitati che in un certo senso si trovano oggi al centro della grande storia. Un pretesto per viaggiare in un Paese di cui non si sa molto, ma che esprime varietà di culture con pochi paragoni: in Pakistan si parlano 24 lingue e 300 dialetti locali. Il "Paese dei puri" (Pakistan è l'acro-nimo di Punjab, Afghan, Kashmir e Sind, più stan che equivale a terra) ospita alcune tra le montagne più selvagge del mondo che fanno però da sfondo al decennale conflitto del Kashmir (di cui ci racconta Cremonesi in un passaggio del suo diario di viaggio, dopo aver trascorso qualche settimana in inverno a -40° con l'esercito pakistano nelle postazioni in alta quota). Ecco qui allora un K2 (o Chogori col toponimo locale) non così conosciuto: non la "Montagna degli italiani", piuttosto la montagna di popoli isolati, che ancora, scopriremo, non sono del tutto avvezzi ad avere rapporti con gli stranieri.

 

Filippo Zolezzi